Russia, la top gun ucraina condannata a 22 anni di carcere

41

 La ‘top gun’ ucraina Nadia Savcenko è stata condannata a 22 anni di reclusione dal tribunale russo di Donetsk. Secondo la giustizia russa, la pilota 34enne avrebbe fornito da terra le coordinate per i tiri di mortaio che nel 2014 uccisero due reporter russi nel Donbass. Kiev e Occidente ritengono però che dietro le accuse vi siano motivi politici.

Il tribunale russo che l’ha condannata ha respinto la versione della difesa secondo cui la Savcenko sarebbe stata rapita dai separatisti del Donbass e portata in Russia. Secondo il giudice, la militare avrebbe attraversato illegalmente il confine russo-ucraino, secondo quanto riporta la Tass. 

 La ‘top gun’ ucraina Nadia Savcenko è stata condannata a 22 anni di reclusione dal tribunale russo di Donetsk. Secondo la giustizia russa, la pilota 34enne avrebbe fornito da terra le coordinate per i tiri di mortaio che nel 2014 uccisero due reporter russi nel Donbass. Kiev e Occidente ritengono però che dietro le accuse vi siano motivi politici.

Il tribunale russo che l’ha condannata ha respinto la versione della difesa secondo cui la Savcenko sarebbe stata rapita dai separatisti del Donbass e portata in Russia. Secondo il giudice, la militare avrebbe attraversato illegalmente il confine russo-ucraino, secondo quanto riporta la Tass.