Ryanair, “presto accordo con sindacato piloti”

35

Roma, 28 feb. (Labitalia) – Dovrebbe arrivare a breve, nell’arco di due settimane, l’accordo tra Ryanair e i piloti italiani rappresentati da Anpac. A indicarlo è l’amministratore delegato della compagnia low cost irlandese, Michael O’Leary, nel corso di una conferenza stampa a Roma.

“Sono in corso incontri con i sindacati più rappresentativi di piloti e assistenti di volo, Anpac e Anpav, stanno facendo progressi molto buoni e, a breve, pensiamo nell’arco delle prossime due settimane di arrivare a un accordo”. Intesa che, ha puntualizzato O’Leary, sarà sottoscritta prima con i piloti dell’Anpac e successivamente ci sarà quella che riguarda gli assistenti di volo.

DOPPIA TASSAZIONE – Il nodo da sciogliere, come ha spiegato il numero uno di Ryanair, è quello della doppia tassazione. “Il contratto rimarrà irlandese ma ci deve essere un accordo tra i governi italiano e irlandese per pagare in Italia anche le tasse sul reddito oltre che quelle contributive. È chiaro che il governo irlandese punta a farle pagare in Irlanda” ha detto O’Leary.

FUTURO GOVERNO – “Oggi ho incontrato dirigenti del ministero delle Infrastrutture e Trasporti per affrontare la questione e, dopo le elezioni, avremo nuovi incontri con il futuro governo perché faccia pressione sull’esecutivo irlandese”, come è avvenuto in Germania e nel Regno Unito.

ANPAC E ANPAV – O’Leary ha poi precisato che gli interlocutori di Ryanair sono “Anpac e Anpav perché sono i sindacati più rappresentativi di piloti e assistenti di volo. Siamo convinti di poter costruire positive relazioni”.