Sabaf vince l’Oscar di bilancio 2018

7

Brescia, 29 nov. (Labitalia) – Sabaf, società bresciana produttrice di componenti per apparecchi elettrodomestici per la cottura a gas, quotata al segmento Star di Borsa Italiana, ha vinto l’Oscar di Bilancio 2018 nella categoria ‘Piccole imprese quotate’. L’Oscar di Bilancio, promosso da Ferpi (Federazione relazioni pubbliche italiana), in collaborazione con Borsa Italiana, Università Bocconi e le principali associazioni di settore, è il concorso che premia ogni anno le imprese italiane che più si distinguono nell’attività di reporting e nella cura dei rapporti con gli stakeholder. La premiazione è avvenuta nel corso di un evento che si è tenuto a Milano presso l’Università Bocconi. Sabaf, che si è aggiudicata l’Oscar di Bilancio per la quarta volta (in precedenza nel 2004, nel 2013 e nel 2017), è stata premiata con la seguente motivazione: “Il bilancio Sabaf è integrato e si distingue per la capacità di rappresentare in modo efficace e completo i dati economici dell’andamento aziendale unitamente alla descrizione del programma e della filosofia dell’azienda”.

“Il dashboard iniziale – si legge ancora – risulta estremamente efficace e ben indirizza la lettura del documento consentendo di apprezzare le informazioni in modo sintetico e chiaro, anche grazie all’ausilio di grafici e tabelle per l’aggregazione di dati non solo di natura economica. Rilevante anche la presenza di tabelle di raffronto dati su un arco temporale triennale, che rafforza la comprensione dei dati aziendali e il relativo trend. Innovativa e originale la scelta di orientare la grafica del documento al concetto di ‘crescita’ che accompagna la lettura del concetto rappresentato nei dati aziendali”. “La buona comunicazione finanziaria è nella nostra cultura d’impresa: sappiamo che un’informativa integrata, completa e trasparente favorisce non solo la comunità degli investitori, che può comprendere il collegamento tra strategia, governance e risultati aziendali, ma anche l’impresa stessa, perché contribuisce a creare coesione interna”, ha dichiarato Gianluca Beschi, direttore amministrativo e finanziario di Sabaf, che ha ritirato il premio.

“Anche in questo ambito operiamo nella prospettiva del miglioramento continuo: si tratta di una materia in continua evoluzione e non è facile confermarsi come ‘best practice’ a livello nazionale”, ha commentato Pietro Iotti, amministratore delegato di Sabaf. “Essere nuovamente premiati, dopo il successo dell’anno scorso, rappresenta motivo di grande orgoglio e un forte stimolo per fare ancora meglio in futuro. Mi congratulo vivamente con tutti i collaboratori che con passione e impegno hanno contribuito a predisporre il nostro Rapporto annuale”, ha concluso.