Salerno Boat Show, De Luca: Il Porto? Sarà il più bello del Mediterraneo

88
foto Massimo Pica

“Siamo in Italia, in un Paese nel quale per realizzare queste cose ti devi mutilare la vita, l’esistenza. Non basta il lavoro amministrativo. Non c’è problema, andremo avanti. Perché la realizzazione di questo progetto vale una vita”. Lo ha detto il governatore della Campania, Vincenzo De Luca al Salerno Boat Show parlando del progetto di riqualificazione urbana in programma a Salerno. “Dobbiamo completare il progetto di riqualificazione del fronte di mare – ha proseguito l’ex sindaco di Salerno – fare in modo che questo porto all’interno sia il più bello del Mediterraneo e all’esterno collocato in un’area umanizzata, riqualificata di grande dignità urbana e civile”. Una trasformazione urbana che, secondo il governatore, è ” degna di quella che abbiamo conosciuto a Valencia, Barcellona e in altre parti del mondo dove questi interventi sono diventati occasione per fare economia e creare flussi turistici”. Il taglio del nastro della terza edizione del salone nautico è stata l’occasione per incontrare l’architetto Santiago Calatrava, progettista del porto Marina d’Arechi, con il quale si è discusso degli interventi in programma per completare il progetto. “È stato un periodo difficile per la nautica in Italia – ha spiegato De Luca – adesso si è deciso di riprendere il progetto per completarlo con un edificio centrale, la vela di copertura, il ponte. Sarà un progetto splendido di grande architettura contemporanea che arricchirà la nostra città, la nostra regione”. De Luca, inoltre, ha annunciato che Calatrava allestirà una mostra a “Capodimonte nella quale presenterà dei suoi disegni bellissimi, alla sua produzione di ceramica e alla mostra di architettura legata alle sue opere”.
“Se sento gente che dice a Genova ‘noi rifacciamo il ponte in 12 mesi’, mi indigno perché stanno prendendo in giro un’intera comunità” ha detto il governatore della Campania, Vincenzo De Luca parlando sempre di infrastrutture. “In dodici mesi non fai neanche una stanza nel tuo appartamento”, ha detto l’ex sindaco parlando dei lavori per la ricostruzione del ponte Morandi.
Quanto alla manovra a precisato: “Speriamo di non farci male a dicembre quando la Banca Centrale Europea non acquisterà più i titoli di Stato italiani. E saremo in mare aperto”. Secondo il governatore della Campania “a quel punto decideranno gli investitori, quelli che devono prestare centinaia di miliardi di euro allo Stato italiano per consentirci di reggere i grandi servizi di civiltà: dalla scuola alla sanità al trasporto pubblico”.
Per De Luca “rispetto ai mercati le poesie non servono a niente”.