Salerno, ennesimo appello del sindaco sull’aeroporto

36
In foto Vincenzo Napoli, sindaco di Salerno
“Ogni giorno che si perde è un ritardo colpevole. Prendiamo atto del risveglio, finalmente, di Toninelli e ci auguriamo che rapidamente apponga la firma e faccia decollare – è il caso di dirlo – quest’opera”. Così il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, a margine di un convegno a Palazzo di Città, ha commentato le dichiarazioni del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, il quale, presentando giovedì 28 febbraio la Conferenza nazionale sulle Infrastrutture, trasporti e territorio, ha parlato dei lavori di ampliamento e ammodernamento dell’aeroporto Salerno-Costa d’Amalfi. “Meglio tardi che mai. Non capisco e non ho capito – ha aggiunto il primo cittadino – i ritardi per apporre materialmente una firma, perché sostanzialmente di questo si tratta. Si tratta di un’opera importante per l’economia campana e salernitana. Napoli ormai implode, quindi è ancora più utile che lo scalo di Salerno diventi operativo. In questo modo si implementerà il patrimonio strutturale del territorio in maniera esponenziale. Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, sta facendo in modo che la metropolitana di Salerno arrivi fino all’aeroporto Salerno-Costa d’Amalfi, oltre che fino all’università, l’alta velocità già arriva a Salerno. Si creerà così un rete infrastrutturale che renderà Salerno un territorio accattivante”.