Salute mentale, ridotti i centri in Campania: addetti della coop di Giugliano in agitazione

59

I dipendenti della cooperativa sociale Novella Aurora di Giugliano hanno proclamato lo stato di agitazione temendo una riduzione dei livelli occupazionali. La coop da anni è attiva nella fornitura di servizi nei centri di salute mentale, sia semiresidenziali che residenziali, presenti sul territorio del Giuglianese e quindi garantiti dall’Asl Napoli 2 Nord. Per effetto dell’applicazione della nuova normativa (cosiddetto decreto 5) che disciplina il servizio e del bando in scadenza a giugno, è prevedibile la chiusura di ben quattro centri semiresidenziali ed uno residenziale con una riduzione da 52 a 20 posti letto nella sola città di Giugliano e da 55 a 20 posti nelle strutture intermedie. Una riduzione che, a parere di Manolo Ciancio, rappresentante della Cgil, potrebbe comportare una riduzione di circa 50 posti di lavoro a fronte degli oltre 70 dipendenti della cooperativa sociale fino a questo momento impegnati nel settore. I dipendenti della coop sociale, che nonostante lo stato di agitazione stanno continuando a garantire l’espletamento del servizio senza alcun disagio per l’utenza, chiedono che venga aperto subito un tavolo di confronto.