Salvatore Naldi Group riparte acquisendo “A Pazziella” di Capri

671

di Marco Milano

La ripartenza del turismo e dell’hotellerie per il “Salvatore Naldi Group” con la riacquisizione de “’A Pazziella” di Capri. La società che fa capo all’imprenditore Salvatore Naldi ha, infatti, riacquisito l’albergo caprese che verrà riaperto al pubblico il prossimo 25 giugno. Intanto lunedì mattina a Napoli riapre i suoi battenti il “Renaissance Naples Hotel Mediterraneo”. E sempre dell’azienda alberghiera “Salvatore Naldi Group” a Roma anche il “Marriott Grand Hotel Flora” da lunedì è pronto a riaccogliere la sua clientela. Gli alberghi del gruppo sono stati rimodulati con un ripensamento degli spazi e l’aumento delle dotazioni di sicurezza. “A (ri)partire stavolta siamo noi… ma restando nel posto più bello del mondo. Vi aspettiamo con l’entusiasmo di sempre, l’attenzione verso i protocolli di sicurezza e il nostro miglior sorriso. Siamo stati distanti ma vicini col cuore. E ora recuperiamo il tempo perduto!”. Questo il messaggio accompagnato dall’immagine sorridente del proprietario, Salvatore Naldi, che apre le porte di uno degli hotel, è la “campagna pubblicitaria” scelta per i siti web e i social dell’azienda alberghiera “SNG”. A Napoli lunedì mattina sarà presente lo stesso imprenditore Salvatore Naldi che personalmente al “Renaissance Naples Hotel Mediterraneo” darà il benvenuto a dipendenti e clienti. “Siamo stati tanti mesi senza accogliere clienti e lavoratori, anche se in realtà la vita degli hotel non si è mai del tutto bloccata – ha detto Salvatore Naldi – appena è stato possibile, abbiamo provveduto ad effettuare operazioni di manutenzione ordinaria e straordinaria e completato interventi di restyling già avviati precedentemente. A Napoli ad esempio abbiamo accorpato sale meeting e riarredato l’intero piano congressuale, acquisito dispositivi di sanificazione ambientale di ultima generazione per alcune camere, spazi comuni e ascensori, abbiamo cambiato tutte le serrature introducendo quelle che è possibile aprire e chiudere a distanza. Abbiamo poi acquistato in tutte le strutture i dispositivi di protezione per clienti e dipendenti, aumentato le procedure di disinfezione e sanificazione già previste per poter accogliere in sicurezza tutti gli ospiti, dai clienti abituali a chi vorrà sceglierci per la prima volta. E poi l’avventura caprese, un “ritorno a casa” per Salvatore Naldi caprese d’adozione. “Con il ritorno nel nostro gruppo dell’hotel ‘A Pazziella di Capri diamo un segnale – aggiunge l’imprenditore partenopeo – aspettando il prossimo anno per poter procedere ad un completo restyling che trasformerà le venti camere in un piccolo relais di lusso. L’isola vive di turismo, che è il motore dell’Italia intera, la nostra ‘industria’ più florida che ora ha bisogno di una spinta da parte di tutti per ripartire. Noi abbiamo voluto fare la nostra parte aprendo questa e le altre due strutture di Napoli e Roma”.