Salvini a Napoli: Stiamo con gli imprenditori. La nostra proposta? Pace fiscale fino al 31 dicembre

487
in foto Matteo Salvini

“Gli imprenditori hanno assolutamente ragione, Confindustria ha assolutamente ragione”. Lo ha detto il leader della Lega Matteo Salvini, commentando a Napoli quanto dichiarato dal presidente di Confindustria Carlo Bonomi a La Stampa, nella quale ha criticato alcune scelte del governo. “Io sto con gli imprenditori – ha spiegato Salvini – che in 7 casi su 10 hanno pagato loro la cassa integrazione ai dipendenti, perché il Governo e l’Inps hanno dormito. Noi stiamo facendo proposte: la richiesta della Lega è la pace fiscale fino al 31 dicembre, a nome di tutte le partite Iva, gli autonomi, gli artigiani, i commercianti e gli imprenditori. Non chiedere il pagamento delle cartelle di Equitalia e dei versamenti fiscali fino al 31 dicembre a gente che non ce la fa. Il Governo preferisce litigare e insultare, prima vanno a casa e meglio è”.

Da stamane il tour elettorale in Campania: Possiamo vincere Regione e Comune di Napoli
“La Lega vuole essere protagonista di un vero cambiamento. Parliamo con i fatti. Al Governo, in materia di sicurezza e non solo, la Lega ha dato segnali concreti di attenzione e vicinanza alla Campania”. In un’intervista al Corriere del Mezzogiorno, Matteo Salvini, lancia la sfida al governatore De Luca. Il leader della Lega è in Campania da oggi (alle 20 al Grand Hotel di Salerno presenterà i candidati del Carroccio alle elezioni regionali e comunali) fino a giovedì. Stamani sarà in visita nel carcere di Secondigliano, poi farà tappa a Caserta nel cantiere del Policlinico, quindi a Baia Domizia, in uno stabilimento balneare. Successivamente si recherà a Benevento in un’azienda vitivinicola e domani tornerà a Salerno per una puntata all’ospedale Covid del Ruggi d’Aragona, per spostarsi ancora, in mattinata, a Velia, a Cava de’ Tirreni, a San Vito di Eboli, ad Agropoli e a Sapri. Giovedì, alle 9, ripartirà dal centro di Caserta. All’edizione campana del Corriere della Sera, il leader del Carroccio sottolinea: “Con Caldoro abbiamo condiviso il programma, la presenza della Lega garantisce quella novità che i campani si aspettano e si meritano. La sfida non è impossibile, anzi: dai troppi ospedali chiusi ai ritardi sullo smaltimento delle ecoballe, dai pasticci nella gestione del Covid ai ritardi infrastrutturali credo che i campani vogliano voltare pagina. E poi, Pd-5Stelle-Renzi-Leu sono un danno, basti pensare a Lucia Azzolina che non dà risposte a studenti e famiglie sul futuro della scuola: secondo il ministro, 130mila alunni campani rischiano di non trovare spazio nelle aule”.
Una parola Salvini la dedica anche al Comune di Napoli, che sarà chiamato a esprimersi sul nuovo sindaco nel 2021: “Penso a un profilo con marcata identità civica, conosciuto e stimato, sostenuto da tutto il centrodestra. È uno schema che funziona, come dimostra per esempio il caso di Genova. Come la Regione, anche la città di Napoli merita di più e di meglio”.