Salvini, nuovi nazi in nome di Allah

40

(ANSA) – GERUSALEMME, 30 MAR – “I nuovi nazisti sono quelli che ammazzano in nome di Allah”. Lo ha detto Matteo Salvini al termine della visita al Museo della Shoah a Gerusalemme aggiungendo che “nessuno deve voltarsi mai più dall’altra parte”, come avvenne allora, anche “di fronte ai nuovi folli che spargono sangue innocente”. La Shoah deve “far parte della nostra identità di uomini” ha poi spiegato sottolineando che la tragedia avvenne “quando la maggioranza silenziosa rimase silenziosa”. Per questo ha auspicato che quella maggioranza non resti oggi senza voce di fronte “al nuovo pericolo che si chiama estremismo islamico”. Il leader della Lega ha osservato che “non c’e’ un ritorno dell’antisemitismo, sepolto dalla storia”. “Ci sono – ha continuato – episodi limitati che vanno condannati con estrema durezza e stroncati sul nascere. I nuovi pericoli sono altrove”. “Se oggi qualcuno pensa che con i nuovi nazisti si possa dialogare, mi ricorda – ha concluso – l’Europa degli anni ’30”.
   

(ANSA) – GERUSALEMME, 30 MAR – “I nuovi nazisti sono quelli che ammazzano in nome di Allah”. Lo ha detto Matteo Salvini al termine della visita al Museo della Shoah a Gerusalemme aggiungendo che “nessuno deve voltarsi mai più dall’altra parte”, come avvenne allora, anche “di fronte ai nuovi folli che spargono sangue innocente”. La Shoah deve “far parte della nostra identità di uomini” ha poi spiegato sottolineando che la tragedia avvenne “quando la maggioranza silenziosa rimase silenziosa”. Per questo ha auspicato che quella maggioranza non resti oggi senza voce di fronte “al nuovo pericolo che si chiama estremismo islamico”. Il leader della Lega ha osservato che “non c’e’ un ritorno dell’antisemitismo, sepolto dalla storia”. “Ci sono – ha continuato – episodi limitati che vanno condannati con estrema durezza e stroncati sul nascere. I nuovi pericoli sono altrove”. “Se oggi qualcuno pensa che con i nuovi nazisti si possa dialogare, mi ricorda – ha concluso – l’Europa degli anni ’30”.