Salvini vede la prof sospesa

12

Palermo, 23 mag. (AdnKronos) – “La mi ha fatto una bella impressione. Mi ha ricordato una mia docente al liceo”. Lo ha detto Matteo Salvini ai giornalisti a Palermo, dopo avere incontrato , insegnante sospesa dal provveditore Marco Anello. “Ci siamo confrontati con la docente, ma chiedete a lei perché non voglio interpretare il pensiero altrui. Mi ha detto che l’ultimo dei suoi pensieri e dei pensieri dei ragazzi era di accostarmi al duce e al ventennio” ha detto il vicepremier. “C’è stato un dibattito ampio sull’immigrazione e l’accoglienza con pensieri doversi in classe. Io amo il confronto di idee diverse. Credo sia stato un caso politicamente esagerato. Ma a me interessa che l’insegnante torni in classe e che gli studenti crescano bene e informati”.

Quando i giornalisti gli ricordano che i legali della prof hanno fatto un ricorso al giudice del lavoro ha detto: “Penso che sarà inutile, stiamo trovando una soluzione positiva per entrambi”. E ha annunciato che il ministro dell’Istruzione Bussetti parlerà con il provveditore “che ha il mio totale rispetto”.

“Se ci sono stati errori di forma, oltre che metodo e di merito. A me interessa, però, che l’insegnante torni in classe e gli studenti si confrontino. Poi sarò felice di spiegare a questi ragazzi perché voglio difendere i confini del mio Paese”. E ancora: “Si sta lavorando tecnicamente, come è il mio compito, perché tutto torni a posto” ha detto Salvini. “Ho dato la mia disponibilità all’inizio del prossimo anno scolastico di fare un’assemblea in cui spiego ai ragazzi perché difendere i confini e la sicurezza di un Paese è un diritto di un padre e di un ministro”.

Inoltre, “la mia indicazione è che la prof torni in aula il prima possibile” ha sottolineato. E, alla domanda se si va verso una sospensione della sospensione, Salvini ha risposto con un secco “sì”. Del resto, ha concluso, “ho ritenuto esagerato fin dal primo momento il provvedimento disciplinare nei confronti della professoressa”.