San Carlo, la Uilcom denuncia comportamenti antisindacali

319
In foto la facciata del teatro San Carlo di Napoli

Il San Carlo finisce sotto accusa per atteggiamenti antisindacali nei confronti dei lavoratori. È stato consegnato un provvedimento disciplinare ad una lavoratore RSU UilCom rimproverando di aver criticato un testo oggetto di trattativa sindacale. Il testo annulla diversi diritti ai lavoratori del Teatro di San Carlo. In particolare mette in discussione la Legge 104, Malattia, Congedi Parentali. Il segretario Massimo Taglialatela della UilCom Campania dichiara: “il clima generatosi all’interno del Massimo Napoletano e ormai insostenibile, contestare una Rsu nel pieno del suo mandato e cercare di censurare il suo operato è di quanto più grave possa fare una Direzione Aziendale”. Inoltre continua il leader della UilCom Massimo Taglialatela – la Direzione Aziendale si è mostrata quasi sempre nei nostri riguardi poco attenta al dialogo, con un atteggiamento rigido che non lascia mai spazio alle istanze sindacali generando spesso un clima di conflittualità all’interno del teatro, mettendo sempre in difficoltà i lavoratori che si sono sempre impegnati nel loro lavoro.
“Sono anni che chiediamo chiarezza e trasparenza sull’utilizzo delle maestranze soprattutto quelle stagionali e quelle a contratto; non vorremmo che ci fossero sprechi nell’utilizzo di queste risorse”, dichiara il Segretario della Uilcom Campania.
“Noi continueremo a difendere con forza i nostri lavoratori, non ci fermeremo e andremo avanti contro atti antisindacali e li porteremo a conoscenza di tutte le Autorità competenti perché l’amministrazione risponda e si assume le proprie responsabilità”, conclude Massimo Taglialatela.