San Carlo, omaggio a Shakespeare: in scena l’ultimo Falstaff di Ronconi

29

E’ l’ultimo Falstaff firmato da Luca Ronconi ad aprire domenica 13 marzo ore 17.00, le celebrazioni shakespeariane al Teatro di San Carlo, in occasione dei 400 anni dalla morte del drammaturgo inglese (1564-1616). L’opera di Verdi, che è anche un omaggio a Ronconi, a un anno di distanza dalla sua scomparsa (la ‘ripresa’ è di Marina Bianchi) è un allestimento in coproduzione con il Teatro Petruzzelli di Bari e con la l’Opera di Firenze/Maggio Musicale Fiorentino. A dirigere i complessi artistici sancarliani l’autorevole bacchetta di Pinchas Steinberg: le scene sono di Tiziano Santi, i costumi di Maurizio Millenotti le luci di A. J. Weissbard. Fino a domenica 20 marzo, nelle sette recite in programma, Roberto de Candia e Elia Fabbian si alterneranno nel ruolo di Falstaff, Ford avrà la voce di Fabian Veloz e Stefano Antonucci; Antonio Poli e Leonardo Cortellazzi interpreteranno Fenton, mentre il Dott. Cajus sarà Cristiano Olivieri. Ainhoa Arteta e Eva Mei impersoneranno Mrs Alice Ford, Rosa Feola la giovane Nanetta, Enkelejda Shkoza e Barbara Di Castri vestiranno i panni di Mrs Quickly mentre il ruolo di Meg Page sarà ricoperto da Marina Comparato e Annunziata Vestri, infine Bruno Lazzaretti e Gianluca Sorrentino saranno Bardolfo e Raffaele Sagona sarà Pistola.

Falstaff verrà trasmesso in diretta radiofonica su RAI RADIO 3 martedì 15 marzo alle ore 20.00.”In orchestra abbiamo cercato di creare un’atmosfera sognate, magica. Quest’opera è come l’ingranaggio perfetto di un orologio. E’ una questione meccanica perfettamente costruita, e tutto dipende dalla parola, che comanda’‘ spiega Pinchas Steinberg. Falstaff è l’ultima opera di Giuseppe Verdi. Il libretto di Arrigo Boito fu tratto da Le allegre comari di Windsor di Shakespeare e da Enrico IV. In occasione delle celebrazioni shakespeariane, il San Carlo consolida la collaborazione con l’Università degli Studi di Napoli Federico II, con un ciclo di lezioni tenute dal Professor Stefano Manferlotti Ordinario di Letteratura inglese: la prima domani nel Foyer , ore 17 su ‘Vizi e virtù di John Falstaff, gentiluomo’.