San Giorgio, chiude il cinema di Troisi. Il sindaco: I cittadini ci aiutino a salvarlo  

79
in foto Giorgio Zinno, sindaco di San Giorgio a Cremano

“La vicinanza dell’Amministrazione c’è, ora serve quella dei cittadini: andiamo al Flaminio, invece che nei multisala”. A lanciare l’appello è Giorgio Zinno, sindaco di San Giorgio a Cremano, comune alle porte di Napoli che ha dato i natali a Massimo Troisi e che in questi giorni è stata scossa dalla notizia dell’imminente chiusura dello storico Cinema Flaminio di via Salvator Rosa, frequentato anche dallo stesso Troisi negli anni della sua gioventù così come da generazioni di sangiorgesi. “Tanti cittadini mi stanno ponendo giustamente il problema”, racconta all’Adnkronos Giorgio Zinno che ha contattato Arnaldo Quagliata, titolare del cinema che fu già del padre Claudio. “La nostra vicinanza c’è – spiega Zinno – ed è stata dimostrata anche l’anno scorso quando abbiamo portato le serate principali del Premio Massimo Troisi proprio nel Cinema Flaminio. Ovviamente mi aspetto che, se l’Amministrazione fa la sua parte, anche i cittadini facciano la loro e possono farla andando al cinema, perché l’unico modo per evitare che un cinema chiuda è che la gente lo frequenti”. Da qui l’appello dell’Amministrazione di San Giorgio a Cremano lanciato dal primo cittadino: “Facciamo sì che il cinema possa rimanere aperto, invece di andare al multisala andiamo al Flaminio”.