San Matteo, la pizza salernitana che fa impazzire New York

220
Ciro Casella
Questa è una storia di emigranti che hanno fatto fortuna con le doti tipiche degli italiani: inventiva, spirito di sacrificio, originalità. La Pizzeria San Matteo, a New York, è il capolavoro messo su da Ciro Casella e dai suoi parenti. Lui, salernitano alla soglia dei 50 anni, nel 2010 decide di raggiungere i familiari emigrati anni prima nella Grande Mela. Un po’ per necessità, un po’ per spirito d’iniziativa decide di cambiare vita.
E apre questo locale al 1739 2nd Ave, nell’Upper East Side. Zona di ricchi e famosi che, nel presto, si innamorano tanto delle pizze quanto dei panuozzi della San Matteo. Dal regista Spike Lee al sindaco Bill De Blasio, dalle star dello sport americano ai volti più famosi del jet set tutti hanno fatto capolino, almeno una volta, in questo angolo di gusto e sapori.
Qui, in un locale piccolo ma ben curato, tutto è un omaggio alla terra natia dei Casella (gli zii di Ciro, quando emigrano nel secolo scorso, aprono un’attività nel Bronx): foto d’epoca e attuali della città di Salerno, vessilli del santo patrono, sciarpe della squadra di calcio, cimeli di ogni tipo.
Un particolare che caratterizza le pizze della San Matteo è il fatto che vengono servite in piatti di alluminio: una modalità che Ciro Casella ha appreso, e apprezzato, al Vicolo della Neve. Uno dei locali storici della Salerno che fu, purtroppo chiuso da qualche mese a causa della crisi generata dalla pandemia.
Il menu delle pizze è ricco e fantasioso, così come quello dei panuozzi e dei calzoni. Ci sono, tra le pizze, la De Luca in omaggio all’ex sindaco e ora presidente della Regione Campania, la Mariconda che è dedicata a uno dei quartieri popolari di Salerno e la Carminuccio, che si richiama a una pizza che nella città campana ha fatto epoca: pomodoro, pancetta, mozzarella e formaggio. Un must.
Tra i calzoni, ovviamente, il top è quello salernitano per eccellenza: scarola, capperi, olive e acciughe.
Pizzeria consigliata sia dalla Guida Michelin che dalla Guida di Forbes, la San Matteo si propone come alfiere dei prodotti salernitani e, più in generale, campani: olio extravergine di olive, salsa, vini. Nulla è lasciato al caso.
E per chi si trova a New York, anche solo di passaggio, questa è una tappa fondamentale.

Casella con Joe Bastianich
Casella con Spike Lee
Casella con Piero Armenti