Da San Sebastiano a Santa Maria La Carità: nascono le “Vie del Grano” nei terreni confiscati alle mafie

139
in foto Alfonso Longobardi, consigliere regionale della Campania e vicepresidente della Commissione Bilancio

Un’intesa istituzionale ed operativa tra 4 Comuni San Sebastiano al Vesuvio, Pompei, Sant’Antonio Abate e Santa Maria La Carità per dare vita alle ‘Vie del Grano’. “Tutti insieme parteciperanno a bandi di finanziamenti europei nell’ambito del Programma definito ‘Uia’, Urban Innovative Actions – spiega Alfonso Longobardi, vicepresidente della commissione Bilancio del Consiglio regionale campano – In particolare, in un bene confiscato alla criminalità organizzata verrà realizzata una ‘Cittadella del Pane’ dove verranno effettuati appositi corsi di formazione per panificatori, operatori ed addetti ad un settore cruciale per la nostra economia. Oltre al bene confiscato alla criminalità dove si potrà concretizzare questo ambizioso progetto saranno utilizzati terreni agricoli sottratti agli interessi criminali dove realizzare coltivazioni funzionali alle attività legate all’oro bianco – aggiunge – Con i Sindaci Salvatore Sannino, Pietro Amitrano, Antonio Varone e Giosuè D’Amora lavoriamo fianco a fianco per restituire i beni confiscati alle mafie alla pubblica utilità e per creare sviluppo e lavoro. A giorni i Sindaci sottoscriveranno un apposito Protocollo d’Intesa per dare il via istruttorio alla partecipazione ai bandi di finanziamento comunitario – conclude Longobardi – Naturalmente potranno prendere parte al progetto anche altri Comuni interessati all’idea che contribuisce in maniera diretta a rilanciare il nostro meraviglioso territorio”.