San Valentino, festa della natura alla Reggia di Caserta: nel Giardino inglese tornano gli alberi dell’800

470
(foto da sito della Reggia di Caserta)

Il 14 febbraio, giorno di San Valentino, la Reggia di Caserta festeggia l’amore nella sua accezione più ampia: l’amore per il Creato. E per l’occasione verrà ultimata la messa a dimora di nuove alberature storicamente documentate nel Giardino Inglese. Ad attendere i visitatori, alle 10,30 all’ingresso del Giardino Inglese, ci saranno il direttore generale Tiziana Maffei e le aziende partner dell’iniziativa (lo sponsor tecnico Ellemme Spa di Napoli ed Eurogiardinaggio di Nicola Maisto srl), che daranno vita ad un momento di condivisione in cui San Valentino sara’ ricordato nella sua veste di annunciatore della primavera imminente; ma il clou della mattinata si avrà con il completamento della messa a dimora delle quattro specie storicamente documentate, ovvero la Catalpa Bignonioides, albero richiesto all’Orto Botanico del Giardino Inglese della Reggia di Caserta nel 1806 per abbellire la “passeggiata reale” sulla riviera di Chiaia, la Picea Abies, conifera sempreverde inserita nel catalogo delle piante del Giardino Inglese all’inizio dell’Ottocento, la Syringa Vulgaris, arbusto ornamentale citato nel “Synopsis Plantarum Regii Viridari Casertani” da Giovanni Graefer nel 1803; ed infine il Quercus Cerris, quercia autoctona censita nel Parco Reale della Reggia di Caserta nel 1876 tra quelle gia’ presenti da tempo.