Sanità in Campania, De Luca: Stiamo progettando una decina di nuovi ospedali

19
in foto Vincenzo De Luca durante l'intervento alla cerimonia del giuramento di Ippocrate a Napoli

Davanti alla platea dei nuovi dottori dell’Ordine della Provincia di Napoli il presidente della Campania Vincenzo De Luca annuncia investimenti nella sanità. “Stiamo progettando una decina di nuovi ospedali – dice il governatore – a Giugliano, a Solofra, a Salerno al Ruggi, il raddoppio di quello di Nola. Tutte strutture ospedaliere all’avanguardia, in prima linea dal punto di vista del risparmio energetico. E ancora 140 case di comunità per rafforzare la medicina territoriale. Stiamo predisponendo, inoltre, un programma di telemedicina e nell’ambito degli investimenti sulle nuove tecnologie – ha concluso – una piattaforma digitale unica all’interno”.

Covid, i medici che rifiutano terza dose vadano a casa
“E’ importante continuare a vaccinarsi e procedere con quelle obbligatorie. Se poi c’è qualche creativo tra gli operatori sanitari che non vuole la terza dose che vada a casa”, ha aggiunto il governatore campano. De Luca ha ribadito la sua preoccupazione per i soggetti più giovani. “Temo che col picco influenzale tra dicembre e gennaio sarà difficile distinguere l’influenza normale dal Covid, ci sarà una sovrapposizione e il Santobono rischia di ingolfarsi”. Tornando alle proteste no vax De Luca ha aggiunto: “L’onda negativa della irrazionalità di queste settimane potrebbe ricadere sui bambini la cui campagna vaccinale e’ rallentata. Vaccinarsi non e’ un atto di repressione – ha ribadito – è un atto di civiltà. Non possiamo permetterci distrazioni, altrimenti è una ecatombe. E non è un caso che siamo l’unica regione che ha mantenuto l’obbligo della mascherina”.