Sanità, incontro Fnopi-Fials “Subito il contratto”

13

ROMA (ITALPRESS) – “Subito nel contratto che ha avviato la trattativa le questioni economiche legate agli aumenti fissati a livello di legge di bilancio 2021, quelle della specificità infermieristica e le parti normative che possono essere rinnovate secondo i normali canoni della contrattazione. Ma si punta alla legge di Bilancio 2022 per prevedere misure in grado di aprire le porte alla progressione di carriera, alle specializzazioni e all’accesso alle funzioni di direzione”. Il Comitato centrale della Federazione nazionale degli ordini delle professioni sanitarie (FNOPI) ha incontrato i responsabili nazionali della Fials, proseguendo nei contatti e nelle sinergie con i sindacati che siederanno al tavolo delle trattative per i rinnovi contrattuali.
L’impegno della Federazione è quello preso nel programma quadriennale di promuovere con i sindacati, nel rispetto delle rispettive prerogative, una sinergia funzionale allo sviluppo e riconoscimento della professione infermieristica all’interno dei contratti pubblici e privati e all’interno dell’organizzazione del lavoro.
FNOPI e Fials hanno analizzato insieme e condiviso sulla necessità di una sinergia grazie al confronto e al fatto che gli infermieri meritano nel ridisegno della professione e nelle politiche contrattuali un riconoscimento maggiore di quello attuale.
“Questo nell’ottica di una collaborazione e un supporto proattivo alla crescita della professione anche dal punto di vista dell’organizzazione del lavoro, del trattamento economico e della carriera”, si legge in una nota.
FNOPI ha ricordato a questo proposito oltre l’erogazione delle indennità di specificità, il tema del vincolo di esclusività, lo sviluppo contrattuale delle specializzazioni, la salvaguardia degli incarichi delle funzioni di organizzazione.
A questi argomenti si aggiunge anche la necessità del superamento dei limiti di legge alla costituzione dei fondi contrattuali adeguati a per dare risposte adeguate alla professionalità infermieristica.
“Non è mancata l’attenzione a standard per staffing – l’organizzazione del personale – adeguati anche a superare la questione della carenza infermieristica e del ruolo centrale nel PNRR – prosegue la nota -. In questo senso va anche il decreto-legge 80/2021 sulle misure urgenti per il rafforzamento della capacità amministrativa delle pubbliche amministrazioni, funzionale all’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) nel quale gli infermieri riaffermano un ruolo di primissimo piano per quanto attiene al nuovo modello di assistenza sanitaria”.
(ITALPRESS).