Sanità, contro la sepsi a 300 km all’ora: anestsisti sul Frecciarossa

80

Anestesisti a 300 km l’ora per informare gli italiani sui rischi della sepsi. In occasione della VI Giornata mondiale della sepsi, che si celebra il 13 settembre, dalle Stazioni di Milano, Torino, Venezia, Bologna, Firenze, Roma, Napoli, sui treni Frecciarossa di Trenitalia, partiranno i medici anestesisti rianimatori della Siaarti per diffondere e coinvolgere il pubblico in una campagna di sensibilizzazione ad hoc, rispondere ai quesiti, raccogliere dati sulla conoscenza di questa patologia e distribuire materiale informativo. La sepsi, definita dall’Oms (Organizzazione mondiale della sanità) un’emergenza sanitaria globale, è una sindrome clinica causata da una risposta anomala dell’organismo a una infezione. Determinando un danno a carico di uno o più organi, può mettere in serio pericolo la vita stessa, tenuto conto che uccide quattro volte di più del tumore al colon, cinque volte più dell’ictus e dieci volte di più dell’infarto miocardico. è importante sapere che una diagnosi e un trattamento precoce della sepsi, possono salvare molte vite, ricordano dalla Siaarti.