Sanità, il ministro Grillo in visita all’ospedale di Scafati: Si è inseguito il risparmio senza costruire alternative

45
in foto Giulia Grillo, ministro della Salute

“Non si possono costruire gli ospedali per poi smantellarli o dare seguito alla Balduzzi (decreto legge 13 settembre 2012, n. 158, convertito con modificazioni nella legge 8 novembre 2012, n. 189 la c.d. legge Balduzzi, ndr) e chiudere posti letto ovunque senza poi però dare l’assistenza sul territorio”. Così il ministro della salute Giulia Grillo a margine della sua visita all’ospedale di Scafati (Sa). “Anche la Campania – spiega Grillo -, come molte altre regioni del Sud, è sotto la media nazionale per numero di posti letto per acuti per 1000 abitanti. Quindi è una cosa che è successa ovunque perchè si è dato seguito alle esigenze di risparmio, il famoso articolo 81 della Costituzione, il pareggio di bilancio. Nel frattempo dei nostri territori, che già sono deprivati socialmente, non si è costruita un’alternativa”. E i cittadini, si chiede il ministro: “dove devono andare? A chi devono chiedere?”. “Ecco perchè – conclude – c’è una forte resistenza quando si chiudono anche piccoli presidi che, logicamente, si potrebbero aggregare e mettere in rete con altri. Quando non mi dai alternative, in uno dei grandi Stati civili dell’Europa, questo non è accettabile”.