Sanità privata, la Regione sblocca gli acconti per contrastare la crisi

66

“La giunta regionale, nella seduta del 12 maggio, per scongiurare lo stato di crisi della sanità privata in Campania e per tutelare i livelli occupazionali, ha stabilito che le Aziende Sanitarie Locali, per le mensilità di marzo, aprile e maggio 2020, assicurino comunque il pagamento di acconti fino all’80 per cento, nonostante la drastica riduzione della produzione a causa delle misure di contenimento dell’epidemia”. E’ quanto si afferma in una nota. “Tale misura – è scritto – si applica agli erogatori privati di prestazioni di laboratorio di analisi e di altre prestazioni di specialistica ambulatoriale, agli stabilimenti per l’assistenza termale, agli erogatori di prestazioni di riabilitazione estensiva in regime semiresidenziale e ambulatoriale/domiciliare, di riabilitazione specialistica ambulatoriale di recupero e rieducazione funzionale (FKT) ed ai centri diurni per persone disabili, anziani e affetti da demenza. Gli acconti cosi’ erogati saranno, poi, conguagliati con le mensilità successive”.