Sanità: spesa calata nel 2013, un mld in meno rispetto al 2012

45

La spesa sanitaria in Italia nel 2013 ha invertito la rotta. Dopo un decennio di inesorabile crescita, e’ arrivata l’inversione di tendenza, con circa un miliardo di euro in meno rispetto al 2012. Il dato e’ contenuto nel rapporto ‘Sic 2014’ di Federanziani, presentato questa mattina al ministero della Salute. Buona la ‘performance’ anche della spesa pro-capite, il cui tasso di crescita si e’ ridotto dello 0,9% nel 2013 rispetto all’anno precedente. “E’ interessante notare – si legge nel Rapporto – come il tasso di crescita della spesa pro-capite risulti mediamente piu’ basso nelle Regioni che hanno stipulato un Piano di Rientro (PdR) con la Pubblica Amministrazione centrale. Le Regioni in piano di rientro sono: Liguria (accordo stipulato il 6/2/07), Lazio (28/2/07), Abruzzo (13/3/07), Campania (13/3/07), Molise (27/3/07) e Sicilia (31/7/07). Per quanto riguarda la spesa farmaceutica totale del 2013 e’ stata pari a 26,6 miliardi di euro, di cui il 75% e’ stata rimborsata dal Servizio sanitario. La composizione della spesa farmaceutica lorda per i farmaci di classe A (a totale carico del Ssn) si attesta a 10,9 miliardi nel 2014, in lieve diminuzione (-2,7%) rispetto agli 11,2 miliardi nel 2013. Nel 2014 le ricette prescritte sono state circa 609 milioni, circa 10 ricette per ciascun cittadino, in linea rispetto agli anni scorsi mentre il numero di confezioni erogate, anch’esso in aumento, ha superato il miliardo e 130 milioni di pezzi.