Scabec, in Campania card unica per scavi di Ercolano, Vesuvio e Mav

45

Un’unico pass per siti archeologici, naturalistici e museali. Si chiama “ErcolanoVesuvio Card”, il nuovo prodotto realizzato dalla Scabec, società in house della Regione Campania, sulla piattaforma di CampaniaArtecard. La card facilita e accompagna i visitatori, italiani e stranieri, alla scoperta di un’area con un’estensione di circa 30 km quadrati e con un’incredibile concentrazione di attrattori culturali, messi per la prima volta in rete fra loro. Dal Vesuvio alle Ville settecentesche del Miglio d’Oro, dall’archeologia degli Scavi di Ercolano al primo innovativo Museo tecnologico di archeologia virtuale, con la citta’ di Ercolano porta d’ingresso per conoscere l’intera area vesuviana. La card offre anche sconti e agevolazioni sul trasporto che collega la stazione di Ercolano con l’accesso al Gran Cono del Vesuvio e a ciascuno dei siti inclusi nell’itinerario. Sono gia’ inseriti nel circuito i primi quattro grandi attrattori: il Parco Archeologico di Ercolano, Villa Campolieto e la Fondazione Ente Ville Vesuviane, il Museo Archeologico Virtuale e la Fondazione Cives, l’Ente Parco Nazionale del Vesuvio. “L’ErcolanoVesuvio Card non e’ solo uno strumento di valorizzazione dei singoli siti – sottolinea Teresa Armato, vice presidente della Scabec – ma anche un modo per iniziare a ragionare nei termini di distretto culturale, mettendo in rete tutti i soggetti coinvolti e facendo in modo che si promuovano e dialoghino fra loro. Una fase sperimentale che dopo Ercolano potra’ essere replicata anche in altri territori con un’analoga concertazione di attrattori”. ErcolanoVesuvio Card costa 22 euro e per tre giorni permette l’accesso ai quattro siti in convenzione.