Scatole nere sui bus dell’Anm. Abbattuti i costi assicurativi

23

Mettere al bando i falsi sinistri stradali, contenendo la spesa e migliorando il servizio offerto ai cittadini. Questo l’obiettivo che Anm (Azienda Napoletana della Mobilità) intende perseguire con l’installazione del “roadScan”,una scatolanera che, come per gli aerei, certificherà la dinamica dei sinistri stradali. “Il mercato delle assicurazioni – ha detto l’amministratore unico di Anm, Alberto Ramagliariesce a trovare nella nostra azienda un’organizzazioneche è in grado di proteggersi e dribblare i truffatori. Intendiamo consolidare questo vantaggio, riducendo i costi e migliorando il rapporto tra premio e sinistro. Tenere sotto controllo il fenomeno ha già dato i suoi frutti, in primis una maggiore credibilità sulmercato assicurativo”. Il road Scan sarà dato in dotazione ai 600 autobus di Anm a partire da gennaio: l’azienda sarà così la prima in Campania ed una delle prime in Italia a scegliere questa tecnologia. La piattaforma sarà alimentata con un sistema Wi-Fi e la registrazione delle immagini permetterà di supportare la ricostruzione dei sinistri, salvaguardando il patrimonio di Anm e la sicurezza di conducenti ed utenti. Grazie a queste innovazioni il premio assicurativo Rca scenderà da 21mila a 15mila euro l’anno.

DIGITALMAGICS. Il business incubator quotato sul mercato Aim Italia di Borsa Italiana, ha annunciato l’apertura di 2 nuove sedi a Palermo e a Bari e il lancio del Gioin, il primo network esclusivo dedicato all’innovazione delle imprese italiane. I due nuovi incubatori si aggiungono a Digital Magics Napoli, presente dal 2012 in Campania, che nelle prossime settimane inaugurerà la nuova sede, all’interno del nuovo campus di co-working di Talent Garden Napoli.

ECOTRANSIDER. Nel corso della Conferenza dei Servizi, tenutasi presso la Regione Campania, il progetto per il quale l’Azienda, insediata nell’agglomerato industriale di Aversa Nord, aveva chiesta l’Autorizzazione Integrale Ambientale è stato bocciato e la stessa invitata a ripresentare un progetto unico per l’intera attività aziendale entro i prossimi 60 giorni. L’Azienda, quindi, dovrà predisporre un nuovo progetto industriale per l’attività di smaltimento e recupero di rifiuti pericolosi e non pericolosi, che tenga conto di tutte le prescrizioni previste dalla legge e di quelle formulate dalla Conferenza dei Servizi a tutela della salute pubblica e regolarizzare la propria posizione nei confronti del Consorzio Asi.

FIART MARE. Il cantiere navale campano torna alla rassegna internazionale di Dusseldorf, in Germania, in programma dal 23 al 31 gennaio prossimi. In quella occasione presenta le imbarcazioni 33 Seawalker e il 4 Tfour genius. “Mentre molti cantieri si stanno ridimensionando, Fiart Mare sta facendo una politica di investimenti sui mercati stranieri per espandere la sua presenza in maniera capillare oltre a continui investimenti di processo, di nuovi prodotti e di marketing. Questa è l’ottica incui Fiart Mare ha deciso di investire nelle manifestazioni fieristiche all’estero, ed in particolare nel Salone di Dusseldorf, ripartendo con una politica commerciale nuova ed un ampliamento del dealer’s network“, dichiara l’azienda in una nota.

GRUPPO VEGÈ. GiCap SpA, impresa socia di Gruppo VéGé che opera da oltre 50 anni in Sicilia e Calabria, investe nella crescita della retec ommerciale mettendo a segno l’acquisizione di 9 punti vendita a Reggio Calabria che dall’attuale insegna Simply passeranno a Sidis, segnando così il debutto in città dell’insegna nazionale di Gruppo Végé, azienda leader della grande distribuzione nata in Italia.

INDUSTRIA. Apre i battenti Confimi Industria Digitale Campania. A guidare la categoria regionale che riunisce le aziende associate ai territori aderenti a Confimi Industria Campania il neo presidente Michele Iaselli, il suo vice Gaetano Mautone e Nicola Savino in qualità di direttore.

PHILIP MORRIS. Novecento aziende campane sono protagoniste di un accordo con Philip Morris Italia che assicura l’acquisto del tabacco prodotto da oggi e fino al 2020. La firma del contratto nei giorni scorsi a Caserta, nel cui territorio si concentra gran parte del lavoro di raccolta e trasformazione. In Campania si produce infatti il 50 per cento del tabacco che Philip Morris acquista in Italia e la regione copre in generale il 30 per cento della produzione totale di tabacco del Paese.

TENUTAIPPOCRATE. In Irpinia nasce la prima Spa campana del vino.Ne è artefice Tenuta Ippocrate, agriresort di Montefredane (Avellino) già specializzato in diversi percorsi di benessere, che ora potenzia la sua area wellness con una struttura interamente dedicata alla winetherapy. Mercoledì 16 dicembre, alle ore 18.00, il taglio del nastro della beauty farm dove il nettare di bacco trova adesso un nuovo impiego orientato, questa volta, alla salute, divenendo così elisir di lunga vita. Disintossicante, tonico, bioattivatore estetico, il vino irpino, punta di diamante dell’economia locale, si lega, dunque, al wellness.