Scavi di Pompei, riaprono tre domus restaurate. Franceschini: Bella storia italiana

29
Franceschini

La Soprintendenza del Parco archeologico di Pompei rinnova anche quest’anno la tradizione di riaprire domus recentemente restaurate per i ‘visitatori di Natale’. Uno scambio di auguri nella città antica al quale hanno partecipato oggi il ministro dei Beni Culturali, Dario Franceschini, il direttore generale Massimo Osanna, il direttore generale del Grande Progetto Pompei, Luigi Curatoli, insieme con i restauratori ed i tecnici che collaborano alla rinascita della Città antica. Tre le domus inaugurate oggi insieme con una mostra: l’Edificio Domus e Botteghe e le case del Larario Fiorito e del Triclinio all’aperto, scavate parzialmente negli anni Cinquanta da Maiuri e messe alla luce compiutamente alla fine degli anni Ottanta.
”Pompei è una bella storia italiana della quale dobbiamo essere tutti orgogliosi” ha detto il ministro Dario Franceschini inaugurando le tre domus. ”E con grande piacere – ha aggiunto – a conclusione di questa legislatura essere di nuovo qui per inaugurare tre domus e una mostra. Quando iniziai questo percorso, Pompei nel mondo era simbolo di difficoltà, per usare un termine ‘leggero’. Ora invece è simbolo di rinascita con un significativo aumento di presenze, ci sono stati restauri importanti e allestimenti di mostre”