Scherma, Diego Occhiuzzi stacca il pass Rio 2016

48

Sofferta più delle altre volte ma alla fine c’è l’ufficialità. Il timbro sul passaporto è ormai pratica burocratica archiviata. Diego Occhiuzzi ha raccontato la sua avvincente qualificazione ai Giochi Olimpici brasiliani alla PalExtra Milleculure presso il Polifunzionale di Soccavo. Ad accoglierlo ed abbracciarlo la campionessa che ha messo le ali alla sua carrozzina Manuela Migliaccio (nella foto).

Staccato il pass per Rio 2016, l’atleta partenopeo proverà a difendere l’argento di quattro anni fa. Non ce l’ha fatta invece l’amico-rivale Luca Curatoli. “Ho dovuto rincorrere il mio avversario per un anno intero. Siamo stati in lotta fino all’ultima gara, poi per fortuna l’ho spuntata io. È stata una grandissima emozione e mi auguro di riconfermare lo splendido successo di Londra 2012”. Da buon napoletano si affida alla scaramanzia e non intende azzardare pronostici. Le ambizioni non mancano ma lo sciabolatore preferisce tenere il low profile. “Mi reputo fortunato, avendo partecipato a due Olimpiadi e vinto tre medaglie. Credo di giocarmi tutte le mie carte e quello che verrà verrà. Bronzo, argento, manca qualcos’altro. Se viene bene”. Occhiuzzi assicura certo impegno. “Farò di tutto per dare il 100% ed essere protagonista”. Milleculure e Napoli volano in Brasile ilcon Diego Occhiuzzi. “PalExtra è la mia seconda casa. In questa splendida struttura preparo i miei impegni”. Dal Polifunzionale prosegue il sogno a cinque cerchi di Occhiuzzi.