Schiavo (Confesercenti) in Prefettura a Napoli con i titolari del bar della rapina (virale) dell’orologio a un turista

42
in foto il prefetto Palomba con Schiavo, Pelliccia e Visconti

“Il Prefetto ci ha assicurato la presenza costante delle forze dell’ordine”. A parlare, attraverso un comunicato, è Vincenzo Schiavo, presidente di Confesercenti Napoli e Campania, al termine dell’incontro con il prefetto Claudio Palomba dopo la rapina a mano armata dell’orologio poi restituito a un turista avvenuta davanti a al bar “Monidee Cafè”. Con Schiavo hanno preso parte all’incontro anche i titolari del bar, Antonio Visconti e Gennaro Pelliccia. Il video dell’accaduto è subito diventato virale su web. Il prefetto, ha proseguito Schiavo, “ha assunto alcuni impegni importanti: innanzitutto coordinerà un comitato che comprende tutte le forze dell’ordine per garantire un controllo giornaliero che va dall’apertura alla chiusura delle attività commerciali, in modo che turisti, esercenti e cittadini possano godere di una città sicura e serena. Così facendo chi decide di fare impresa deve solo preoccuparsi della qualità dei servizi e della bontà della sua merce e non anche della sicurezza esterna delle proprie attività”.

Palomba, riporta ancora la nota, ha ribadito che sta operando ricognizioni e controlli della zona che va da Piazza del Plebiscito, passa per Trieste e Trento e arriva alla Galleria Umberto, con una riqualificazione e messa in sicurezza che passerà anche per la ratifica della vigilanza notturna della galleria, attesa agli inizi di agosto. A breve saranno anche assicurati presidi, con una presenza maggiore delle forze dell’ordine e con altri interventi per allontanare (maggiore illuminazione, videosorveglianza) i delinquenti. Schiavo si è detto pronto ad affiancare il prefetto “perché merita la nostra collaborazione anche perché non fa mai mancare la sua presenza e forza di istituzione sul nostro territorio. Gli abbiamo per questo ribadito la nostra volontà di sostenere economicamente la videosorveglianza di Piazza Trieste e Trento. Lavorando tutti insieme i risultati arriveranno: vogliamo garantire agli imprenditori iscritti a Confesercenti, ma anche ai non iscritti, la possibilità di avere una città più sicura e più accogliente per i milioni di turisti attesi nella nostra regione”. Il Prefetto di Napoli ha, inoltre, espresso totale vicinanza ai titolari del “Modinee Cafè”: “Siamo molto soddisfatti dopo questo incontro – rivela Gennaro Pelliccia, titolare insieme ad Antonio Visconti del locale – il Prefetto, che ringraziamo, ci ha fornito notizie che sinceramente non ci aspettavamo. Con il sostegno delle forze dell’ordine e con la presenza dello Stato contiamo di scongiurare anche il senso di impunità che traspare dall’atteggiamento di malavitosi, che ormai non hanno neanche più paura neanche delle telecamere e agiscono a volto scoperto. Il Prefetto ci ha assicurato che nel giro di poche settimane saranno intensificati i controlli, la nostra speranza è che il presidio possa fungere da deterrente per i delinquenti. Noi siamo pronti a fare la nostra parte”.