Sciame sisimico nei Campi Flegrei, l’Acer avvia i controlli sulla stabilità degli edifici pubblici

194

“In seguito ai recenti fenomeni sismici che hanno interessato ancora una volta la zona dei Campi Flegrei, si è resa necessaria da parte di Acer, l’attivazione di un programma straordinario di verifiche sulla stabilità sismica degli edifici di edilizia residenziale pubblica di proprietà, al fine di sorvegliare sulla sicurezza degli inquilini che li abitano e garantire la loro tranquillità”. E’ quanto si legge in una nota diffusa dall’Agenzia Campana per l’Edilizia Residenziale. L’indagine punta a individuare le eventuali vulnerabilità sismiche di ben 430 edifici (tutti di proprietà Acer) presenti nella Zona Rossa che abbraccia i comuni di Pozzuoli, Bagnoli, Fuorigrotta, Agnano, Bacoli, Monte di Procida, Soccavo e Pianura. Nel primo giorno di sopralluoghi stati controllati 3 fabbricati per un totale di 24 alloggi.

“Sui siti monitorati – ha affermato il presidente David Lebro non sono state rilevate particolari problematiche riconducibili agli eventi sismici delle ultime ore. E questo è un dato che riteniamo particolarmente confortante. Il nostro impegno per garantire sicurezza e tranquillità agli inquilini proseguirà nelle prossime giornate, allargandosi fino a toccare gli edifici presenti in tutta la città di Napoli”.

L’obiettivo è costruire una mappatura quanto più completa possibile sullo stato di salute dei fabbricati di proprietà Acer, per attestare con certezza il grado di rischio sismico e predisporre, dove necessario, eventuali interventi di manutenzione straordinaria. Vista l’importanza numerica dei controlli in programma, si è chiesta in collaborazione degli Ordini professionali delle cinque provincie campane e del Dipartimento di Ingegneria della Federico II.