Scienza, gravità e meccanica quantistica: 150 fisici teorici al Pollica Summer Workshop

190
(fonte foto copertina Facebook Pollica Summer Workshop)

E’ partita la quinta edizione del Pollica Summer Workshop, promosso e organizzato dal Pollica Physics Centre, evento sempre più centrale nel panorama degli appuntamenti internazionali dedicati alla fisica teorica. Nel Comune cilentano sono riuniti da lunedì circa 150 fisici teorici, provenienti da oltre venti Paesi del mondo.
L’edizione 2024 dell’evento si caratterizza per una importante novità, il Centro di Pollica, infatti, in collaborazione con l’Istituto Galileo Galilei “Centro Nazionale di Studi Avanzati dell’INFN” di Firenze, ha ottenuto il prestigioso Simons Foundation Targeted Grant to Institutes.

Il tema principale della nuova edizione sarà quello della gravità, anche in relazione alla meccanica quantistica e ai seguenti sviluppi di questa interazione. Si partirà dall’analisi dei comportamenti quantistici, per poi approfondire a settembre il tema delle onde gravitazionali. 

Due le sessioni di studio in programma presso il Castello dei Principi Capano: “Defects, from condensed matter to quantum gravity” (10-14 giugno), “Exotic quantum matter from quantum spin liquids to novel field theories” (17-28 giugno). L’edizione 2024 è stata aperta, a maggio, dal general meeting di Ptolemy, un esperimento internazionale che va a caccia di neutrini. Si chiuderà, invece, a settembre con un workshop dedicato al tema dei “Fundamental physics and gravitational wave detectors” (9-20 settembre).
La rassegna, supportata da Comune di Pollica, Università degli Studi di Napoli Federico II e INFN – Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, vedrà la partecipazione di studiosi provenienti da tutta Europa, oltre che da Stati Uniti, Messico, Canada, Cina, India, Corea e Giappone. Circa 50 le Università coinvolte, tra cui MIT, Oxford, Princeton, oltre alle italiane Sapienza, Federico II, Università di Salerno, Bologna e Torino.

Modellato sulle esperienze internazionali dell’Aspen Center For Physics in Colorado e del Kavli Institute for Theoretical Physics in California, il progetto del Pollica Physics Centre prende vita nel 2015 dall’idea di tre giovani fisici italiani che hanno ideato il ciclo di conferenze e il progetto del Centro Studi: Mario Martone, docente di Fisica Teorica presso il King’s College di Londra, Angelo Esposito, professore presso Sapienza, e Chiara Toldo, ricercatrice ad Harvard. Oggi il Comitato Direttivo si completa con le esperienze di Mauro Valli, docente presso La Sapienza, e Pietro Benetti Genolini, ricercatore all’Università di Ginevra.

“Il progetto Pollica Physics Centre cresce di anno in anno, non solo nei numeri – commenta Mario Martone, presidente del Pollica Physics Centre e docente di Fisica Teorica presso il King’s College di Londra -. Grazie al supporto dei numerosi partner coinvolti, si consolida il ruolo del Centro quale riferimento per gli studiosi di tutto il mondo, tanto che oggi possiamo contare sul grant della Simons Foundation, che ci riempie di orgoglio e ci ha permesso di attrarre relatori di grande prestigio, e siamo stati scelti dalla collaborazione Ptolemy come sede del collaboration meeting 2024.

Lavoriamo in sinergia con le istituzioni e le università campane e locali, oltre che con le principali realtà economiche del Comune di Pollica, pronte a offrire sempre la migliore accoglienza agli ospiti provenienti da tutto il mondo. È anche da qui che passa il successo della nostra iniziativa”.