Scienza, le micro-pause sul lavoro? Aumentano benessere e produttività

40
(foto da Pixabay)

Interrompere un’attivita’ per una decina di minuti puo’ comportare maggiore vigore e benessere, aumentando la produttivita’ lavorativa. A confermarlo uno studio, pubblicato sulla rivista Plos One, condotto dagli scienziati della West University di Timisoara, in Romania. Il team, guidato da Patricia Albulescu, ha valutato gli effetti sul benessere associati alla gestione e al recupero dell’energia tramite piccole pause. I ricercatori hanno eseguito una meta-analisi di 22 lavori precedenti pubblicati negli ultimi 30 anni. L’analisi statistica dei risultati ha rivelato un’associazione positiva tra brevi interruzioni, minore affaticamento e produttivita’. Non e’ stata trovata alcuna associazione complessiva tra micro-interruzioni e migliori prestazioni. Gli esperti hanno scoperto che le pause piu’ lunghe tendevano a comportare migliori risultati, specialmente per i compiti creativi o d’ufficio. “I nostri dati – commentano gli autori – evidenziano l’importanza di sospendere le attivita’ per migliorare il vigore e il benessere dei lavoratori. Nei prossimi studi sara’ interessante verificare la lunghezza ottimale delle pause e il comportamento piu’ efficace da adottare durante le micro-interruzioni”.