Scienza, proteina sensibile allo zucchero attiva la crescita delle piante

27
Foto di eko pramono da Pixabay

Alla base della crescita delle piante vi e’ un particolare meccanismo molecolare, regolato da una proteina che sale e scende a seconda del livello di zucchero, la principale fonte di energia delle piante. Lo rivela uno studio condotto dai biochimici del Brookhaven National Laboratory del Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti, DOE, e dagli scienziati del Pacific Northwest National Laboratory, PNNL, del DOE, pubblicato sulla rivista ‘Science Advances’. La ricerca descrive il funzionamento di questo meccanismo e il controllo esercitato da una specifica proteina nel regolare la crescita delle piante, attraverso la produzione di prodotti ad alta intensità energetica o l’attuazione di una serie di misure per la conservazione di risorse preziose. Le proteine sono macchine molecolari, con pezzi flessibili e parti mobili. Capire come si muovono queste parti aiuta gli scienziati a scoprire la funzione che una proteina svolge negli esseri viventi e, potenzialmente, a modificarne gli effetti. “Questo lavoro rivela il meccanismo dettagliato che dice alle cellule vegetali ‘abbiamo un sacco di zucchero’ e poi come questa segnalazione influisca sulle vie biochimiche che innescano processi come la crescita delle piante e la produzione di olio”, spiega Jantana Blanford, biochimico del Brookhaven Lab e autore principale dello studio. La ricerca si basa su un precedente lavoro del gruppo di Brookhaven, che ha scoperto legami molecolari tra i livelli di zucchero e la produzione di olio nelle piante. Un obiettivo potenziale di questa ricerca e’ identificare proteine specifiche, e parti di proteine, che gli scienziati possono ingegnerizzare per ottenere piante che producano piu’ olio da utilizzare come biocarburanti o altri prodotti a base di petrolio.