Scozia, SEforALL e Fondazione Enel insieme per una nuova generazione di leader nel settore energetico in Africa

16
in foto il logo dell'Enel

Nel quinto giorno della storica conferenza sul clima COP26 a Glasgow, Sustainable Energy for All (SEforALL) e la Fondazione Enel hanno lanciato una nuova partnership per creare la prossima generazione di leader del settore energetico in Africa, dove i deficit energetici e le tariffe di accesso sono tra i più elevati al mondo. All’insegna di un programma Open Africa Power ampliato, la partnership mira alla formazione e allo sviluppo della leadership di donne e giovani nel settore energetico. Sfruttando due programmi esistenti – Open Africa Power della Fondazione Enel e Women at the Forefront di SEforALL – il programma co-gestito Open Africa Power si espanderà per includere, oltre alla formazione tecnica, tutoraggi e affiancamento lavorativo, e vedrà un aumento della partecipazione delle donne. Open Africa Power è giunto al suo quarto anno, con un totale di 90 tirocinanti professionisti provenienti da 28 paesi africani. Condotto in collaborazione con le migliori istituzioni accademiche in Africa e in Italia, il programma fornisce una formazione a trecento sessanta gradi per sviluppare le competenze tecniche, normative e commerciali necessarie per portare l’elettricità in Africa, dove ci sono ancora quasi 600 milioni di persone prive di accesso. Il programma Women at the Forefront di SEforALL supporta le donne nel settore dell’energia sostenibile attraverso formazione tecnica e tutoraggio. SEforALL ha recentemente sostenuto 100 donne per completare la formazione tecnica sulla progettazione e installazione di sistemi a energia solare e su energy management fornita dall’Energy Research Center della Strathmore University a Nairobi, in Kenya. L’evento di lancio alla COP26 ha visto le testimonianze di eminenti giovani laureati che stanno rapidamente diventando leader nei loro campi: Carol Ofafa, ingegnere elettrica ed elettronica presso Kenya Electricity Transmission Company (KETRACO) e co-fondatrice di E-Safiri, una startup di mobilità elettrica con sede in Kenya; Olakunle Alao, ricercatore PhD presso l’University College di Dublino e fondatore di una startup per finanziamento di progetti su elettricità tramite blockchain; e Sally Musonye, ingegnere progettista e civile presso Kenya Power e fondatrice di AshGold Africa Initiative.

Per espandere il lavoro fondamentale volto alla crescita professionale delle donne e dei giovani nel settore energetico, SEforALL e Fondazione Enel ritengono di poter fare altra strada insieme aumentando le opportunità per i giovani e le donne. Questo approccio aiuterà anche ad arginare la fuga di cervelli nei Paesi che hanno un altissima necessità di esperti in campo energetico per costruire le fondamenta per un futuro più sostenibile e giusto. “Questo è un momento cruciale per il settore energetico, in cui abbiamo bisogno del talento, dell’innovazione e dell’entusiasmo delle donne e dei giovani in prima linea nella transizione energetica”, ha affermato Damilola Ogunbiyi, CEO e rappresentante speciale presso il Segretario generale delle Nazioni Unite per Sustainable Energy for All. “Considerato che donne e giovani sono i più colpiti dai deficit energetici e dalla crisi climatica, è importante creare opportunità affinché possano partecipare ed essere alla guida delle soluzioni che creeranno un futuro energetico più sostenibile ed equo”. “La condivisione della conoscenza attraverso l’istruzione e il tutoraggio è una leva fondamentale per raggiungere l’Obiettivo di sviluppo sostenibile 7. La transizione energetica incentrata sulle persone deve fare affidamento su un team diversificato di esperti di talento e motivati”, ha affermato Carlo Papa, Managing Director di Fondazione Enel. “Siamo onorati di unire le forze con SE4All poiché la convergenza è quel che conta per vincere la corsa verso un futuro di energia pulita per tutti”. SEforALL e la Fondazione Enel si impegnano a fornire maggiori dettagli sulla loro partnership nei prossimi mesi.