Scuola: da domani al 4 giugno la Biennale dei Licei Artistici

23

Roma, 27 apr. (Labitalia) – Il viaggio, inteso come esperienza di vita e connessione tra il mondo della scuola e il contesto artistico e culturale esterno, è il tema della 2a edizione della Biennale Nazionale dei Licei Artistici che prende il via domani a Roma. La Biennale è un incubatore di creatività e di innovazione, uno spazio autentico di interazione e partecipazione per aiutare i giovani a capire la società e la cultura contemporanea. Un vero festival dove l’arte rappresenta il mezzo per vivere e diffondere la cultura, con la forza della bellezza e della conoscenza. Sotto la guida dei docenti, i giovani artisti partecipanti hanno toccato con le loro opere i temi del movimento, del vagabondare, dello spostamento, seguendo percorsi fisici e mentali. La manifestazione, promossa dalla Rete nazionale dei Licei Artistici (ReNaLiArt) e finanziata dalla direzione generale per gli Ordinamenti scolastici e la Valutazione del Sistema nazionale di istruzione del Miur, si svolgerà a Roma fino al 4 giugno e ospiterà in concorso le opere degli studenti dei Licei artistici italiani.

L’organizzazione e la realizzazione della mostra sono affidate al Liceo Artistico Statale ‘Enzo Rossi’ di Roma. Ogni scuola selezionata partecipa al concorso con una o più opere realizzate in piena libertà stilistica e tecnica, in qualsiasi materiale, su ogni supporto analogico o digitale e con l’intervento di suoni, luci e movimenti meccanici ed elettrici. Saranno anche in mostra, in una sezione dedicata a ‘I Maestri’, le opere di artisti riconosciuti che hanno insegnato nell’istruzione artistica. Anche la 2a edizione della Biennale, così come la prima, il cui tema era ‘Il gioco’, prevede la partecipazione fuori concorso di scuole d’arte estere, invitate dal Comitato Tecnico Scientifico, provenienti da: Francia (Parigi), Spagna (Barcellona), Regno Unito (Essex), Germania (Berlino), Corea del Sud (Seul), Cina (Pechino), Israele (Haifa), Marocco (Casablanca). Saranno coinvolte le relative Ambasciate e verranno organizzati eventi a tema.

La 2a edizione della Biennale prevede una serie di appuntamenti da aprile a dicembre 2018, in grado di aumentare la visibilità, la partecipazione e l’interesse verso la manifestazione. La mostra è allestita presso due sedi: Spazio Wegil e Palazzo dell’Istruzione (Miur). L’apertura al pubblico è domani alle 10,30 allo spazio Wegil – ex Gil realizzato dall’architetto Moretti, capolavoro del Razionalismo degli anni Trenta, riaperto dalla Regione Lazio con Art Bonus, oggi eccellente hub culturale gestito da LazioCrea. La cerimonia di premiazione si svolgerà il 7 maggio (ore 15.30) presso il Palazzo dell’Istruzione (Miur) in viale Trastevere, costruito nei primi decenni del XX secolo, per opera di Cesare Bazzani, esempio armonico di Eclettismo. “Le opere dei partecipanti alla Mostra – spiega Mariagrazia Dardanelli, presidente della Rete nazionale dei Licei Artistici – sono ospitate in due contenitori d’eccezione, carichi di memorie storiche e artistiche e vanno a invadere gli spazi con la loro esuberanza, il loro anticonformismo, le loro ingenuità, le loro furbizie, il loro slancio, dimostrando tutta l’importanza dell’arte contemporanea nel panorama culturale odierno”.