Scuola, l’irpina Bevilacqua tra le cinque italiane alle Olimpiadi di matematica delle ragazze

46

Cinque ragazze delle scuole superiori, tra i 14 e i 19 anni, rappresentano l’Italia alle European Girls’ Mathematical Olympiad (Egmo, Olimpiadi Europee Femminili della Matematica) che prendono il via oggi a Firenze. La competizione, arrivata alla sua 7/a edizione, si svolge per la prima volta nel nostro Paese e si concluderà domenica prossima 15 aprile. Le studentesse italiane sono Giorgia Benassi, di Carrara; Maria Bevilacqua, di Avellino; Sabrina Botticchio, di Brescia; Linda Friso, di Padova, e Maria Chiara Ricciuti di Asti. Le ultime due ragazze sono alla terza partecipazione. “Il processo di selezione delle ragazze è iniziato a settembre – dice Luigi Amedeo Bianchi, matematico del comitato organizzatore -. Si sono allenate durante tutto l’inverno facendo esercizi mirati che sono stati curati dalla commissione Olimpiadi, dell’Unione Matematica Italiana. L’obiettivo di questa partecipazione è duplice: da una parte mostrare all’esterno che non c’è motivo per cui le ragazze non possano apprezzare e divertirsi con la matematica quanto i ragazzi. Dall’altra dare alle ragazze un’opportunità in più perché attualmente partecipano meno alle gare”. Le cinque italiane sfideranno 195 concorrenti provenienti da 51 paesi del mondo (record di partecipazione) con l’obiettivo di migliorare il quinto posto del 2012, che costituisce finora il miglior piazzamento. La gara si articolerà su 6 problemi di matematica in due giorni di gara tra mercoledì e giovedì, con un impegno di quattro ore e mezzo giornaliere. L’accento della manifestazione è posto sui contatti tra squadre di Paesi diversi e sulla possibilità di confrontarsi con altre coetanee da tutto il mondo con cui si condivide la passione per la matematica.