Scuola, non solo alternanza: a Napoli gli studenti incontrano le imprese

35
In foto Sonia Palmeri, assessore al Lavoro della Regione Campania

Si svolgerà il 25 e 26 ottobre alla Mostra d’Oltremare una due giorni dedicata all’inserimento lavorativo dei giovani studenti in alternanza scuola-lavoro, dei giovani appartenenti alle categorie protette e dei giovani che aspirano a diventare imprenditori. Durante la kermesse ben 70 aziende aderenti all’iniziativa procederanno a colloqui di selezione, nei propri corner, per coprire gli obblighi derivanti dalla legge 68/99. Nomi importanti quali Msc Crociere, Hitachi, Ikea, Sire Ricevimenti, Alten Italia, Optima Italia, Carpisa, Leonardo, Accenture, Grand Hotel Excelsior Vittoria, Grand Hotel Quisisana di Capri, Maticmind, Marina di Stabia Spa, Gruppo Engineering, Proclean, Pineta Grande, hanno già confermato la loro partecipazione. La presenza di esperti di Invitalia, dei centri per l’impiego e delle agenzie per il lavoro sara’ collante importante della manifestazione. Ci saranno 3 seminari sia sull’alternanza scuola – lavoro, sia sull’inserimento lavorativo dei disabili (con la diffusione di una guida pratica alle assunzioni), sia sulla creazione d’impresa, con esperti e testimonial di giovani che hanno ‘creato la propria azienda’, grazie alle misure di Garanzia Giovani e Resto al Sud.
“In buona sostanza – dichiara l’assessore al Lavoro Sonia Palmeri, – verrà ricostruito in scala un mercato del lavoro virtuoso, in cui scuola, istituzione, intermediari pubblici e privati, impresa sviluppano percorsi sinergici di crescita, per dare risposte ai giovani nella loro terra , valorizzandone le qualita’”. L’assessorato regionale al Lavoro, quale ente promotore dell’evento sarà presente ad entrambe le giornate, per promuovere e comunicare tutte le importanti misure a favore dell’occupazione, messe in campo dalla Giunta Regionale. “La prima Garanzia Giovani, appena conclusa, ha fatto registrare alla Campania le migliori performance d’Italia. Non solo migliaia di assunzioni, ma siamo i primi anche sulla nascita di aziende. Sono infatti ben 450 le piccole aziende nate in Campania da giovani Neet, il 52% del totale Italia, con un’occupazione indotta di altre 1000 persone. Eccellenti anche i risultati raggiunti con il collocamento obbligatorio, che in 2 anni ha fatto registrare ben 2.800 nuove assunzioni di disabili in Campania”. “L’obiettivo di questi ed altri appuntamenti che seguiranno – conclude Palmeri – è l’ascolto e il dialogo costante con i giovani e le fasce piu’ fragili, per realizzare concretamente con tutte le misure in campo, un mercato del lavoro equo, efficiente e inclusivo”.