Scuola, si torna in classe: in 2 anni 220 mila alunni in meno

30

Con l’avvio dell’anno scolastico si avranno 7.286.000 alunni (290mila con disabilità) e 366mila classi. L’anno scorso c’erano e 7.407.000 studenti (277.840 con disabilità) e 368.656 classi. L’anno scolastico 2020/21 era iniziato con 7.507.000 studenti (268.700 con disabilità) e 369mila classi. In due anni si sono persi quindi più di 220mila studenti e 3mila classi, mentre gli alunni con disabilità sono cresciuti di quasi 22mila unità, facendo quindi registrare un aumento dell’8%. I calcoli li fa la rivista La Tecnica della Scuola sulla base dei numeri forniti in queste ore dal ministero dell’Istruzione. La percentuale più alta di alunni con disabilità si registra in Sardegna (4,56%), la più bassa in Basilicata(3%); percentuali alte (superiori al 4%) si hanno in Lombardia, Lombardia, Liguria, Umbria, Lazio, Abruzzo e Sicilia). Le scuole dell’infanzia accolgono complessivamente 822mila alunni, distribuiti in 40.766 sezioni, con una media, quindi, di circa 20 bambini per sezioni. In Lombardia, Lazio, Liguria e Sicilia il numero degli alunni con disabilità è superiore al numero delle classi: ciò significa che nella stragrande maggioranza delle classi c’è almeno un alunno con disabilità e in un buon numero ce ne sono almeno due. Alle elementari ci sono 2.261.000 alunni in 123.755 classi (poco più di 18 alunni in media per classe), mentre nelle medie ci sono 1.557.000 studenti e 77mila classi (in questo caso la media di alunni per classe arriva a 20). In quest’ultimo ordine di Scuola a fronte delle 77mila classi si hanno 76.500 alunni con disabilità; i numeri sono pesanti soprattutto in Lombardia: 12.365 classi di secondaria di primo grado con 15.662 alunni con disabilità. Alle superiori ci sono 2.646.000 alunni in 124.500 classi con una media di 21,25 alunni per classe. Il 51% degli studenti della secondaria di secondo grado frequenta un liceo, il 32% un tecnico e il restante 17% un professionale. Nei licei ci sono dunque 1.354.000 studenti distribuiti fra le diverse tipologie di indirizzo: 354mila nei licei scientifici, 219mila negli scientifici di scienze applicate, 154mila nei licei di scienze umane e altrettanti nei classici.