Scuola, torna Nontiscordardimé per il miglioramento della qualità degli edifici

26
in foto Louis Godart, accademico dei Lincei

Una ricerca “molto importante” quella fatta sui primi insediamenti portuali nell’antica città di Napoli che “ha avuto un ruolo straordinario tra i porti nel Mediterraneo”. Lo ha sottolineato Louis Godart, accademico dei Lincei, intervenendo oggi alla presentazione dei risultati delle ricerche sottomarine nelle acque intorno all’isolotto di Megaride, davanti al lungomare di Napoli. Godard ha ricordato come “il Mediterraneo abbia assunto un grande rilievo nella storia e lo ha ancora oggi proprio grazie ai suoi innumerevoli porti e Napoli è tra i più importanti. Le ricerche aprono nuova pagina nella storia millenaria di Napoli”. Godart ha aperto il suo intervento raccontando che alla presentazione delle scoperte archeologiche di oggi avrebbe dovuto partecipare anche Luigi Necco, il giornalista scomparso tre giorni fa, che era anche un grande esperto di archeologia: “Dopo il mio primo incontro con il soprintendente di Napoli Garella e il rettore della Iulm Negri – ricorda lo studioso – parlai di queste ricerche in corso a Luigi Necco. Mi disse che sarebbe venuto sicuramente a questo appuntamento, per questo oggi con rammarico ricordo la figura di Necco che ha creduto in Napoli e nel patrimonio storico del Mediterraneo”.