Se non hai phon e lavatrice rischi fino a 20mila euro di multa!

54

Novità importanti per le strutture non alberghiere come i Bed and Breakfast. Se non hai phon e lavatrice, in Lombardia rischi fino a 20mila euro di multa.

Alcuni giorni fa ero a Milano per il mio Corso di Immobili a Reddito, anche questa volta, è stata un’esperienza molto stimolante, c’è sempre uno scambio prezioso con i miei studenti.

Stavolta però, una volta terminato il corso, non sono rientrato a casa assieme al mio staff, ma per impegni lavorativi sono rimasto a Milano qualche giorno in più.

Durante la strada per raggiungere un ristorante per la cena, ho trovato un complesso di appartamenti, e al terzo piano c’era quello che aveva tutta l’aria di essere un immobile disabitato.

Era una zona molto centrale di Milano, ben collegata dai mezzi pubblici, dove di solito i prezzi degli appartamenti sono più alti rispetto al resto della città.

Nella mia testa avevo un pensiero fisso. E se quell’appartamento, così appetibile, fosse stato di un don’t wanter? Dovevo verificarlo.

Ho quindi fatto le indagini necessarie.

Tramite alcune conoscenze che ho nel capoluogo Lombardo, sono riuscito a rintracciare Mario, il proprietario di un Bed and Breakfast molto vicino all’immobile che mi interessava, mi ha offerto un’accoglienza molto cordiale, aveva i nonni di origini partenopee e nutriva una simpatia innata verso tutti coloro che gli ricordavano i luoghi della sua infanzia.

Mi ha mostrato il suo B&B, a dir la verità molto accogliente, in cui stranamente ho notato phon, lavatrice e stendino.

Ammetto che trovare questi oggetti in un Bed and Breakfast mi aveva lasciato un po’ sorpreso.

Così, gliel’ho chiedo. La sua risposta è incredibile.

C’è un regolamento della Regione Lombardia, il 7/2016, attuativo della legge regionale 27/2015, che regola l’attività di bed and breakfast, ostelli, affittacamere e anche appartamenti locati per un periodo inferiore ai 30 giorni. 

“La legge regola tutto, pure quanti coltelli e colapasta devi avere. Guai a scordare il bollitore elettrico per le tisane, il bricco per il latte, o lo specchio in camera.

Hai tempo fino al 8 agosto 2017 per adeguarti, ma in molti già mi hanno detto che eviteranno di affittare le proprie case.

Se ti manca un comodino, ti si rompe il forno o la lavatrice, per fare alcuni esempi, la regione ti sanziona come se avessi una vera e propria attività imprenditoriale, con una multa dai 2mila fino ai 20mila euro.

Per me affittare gli appartamenti ai turisti è un lavoro a tempo pieno, ho cinque locali a Milano e due a Brescia, non ho potuto fare altro che adeguarmi.

Ma Antonio, mi creda, questa nuova regolamentazione ha fatto danni inimmaginabili.

Cassetta di primo soccorso e estintore li possedevo già, ma lavatrice e forno, quelli non li avevo messi.

I miei clienti restano al massimo tre giorni, di certo non si mettono a fare il bucato o a cucinare!”.

Ho degli amici che affittano il loro appartamento o un piccolo Bed and Breakfast ai turisti solo un paio di mesi l’anno, non è un’attività continuativa, per loro quindi mettersi in regola non conviene.

Nonostante avessi fretta di fare il mio sopralluogo, mi sono trattenuto con Mario per un caffè, e ho ascoltato il suo sfogo. È  sempre bene fare rete con altri professionisti del settore, è un momento di crescita e stimolo.

Aveva investito i guadagni di tre mesi di lavoro per adeguarsi alla normativa, ed era molto amareggiato e bisognoso di parlarne con qualcuno che potesse capirlo.

Mentre lui mi parlava del suo business e le sue prospettive imprenditoriali, è venuto fuori che Mario conosceva bene la persona che possiede l’appartamento che volevo ed era ben disposto a mettermi in contatto con il proprietario, questo ha facilitato molto la mia ricerca.

Ricorda per fare affari, una delle chiavi più importanti del successo è il networking.

Buona Vita

Antonio Leone