Se va via Brunetta
Regione pronta a uscire

21

La Regione potrebbe recedere dallo status di socio fondatore della Fondazione Ravello e a riconsiderare le La Regione potrebbe recedere dallo status di socio fondatore della Fondazione Ravello e a riconsiderare le proprie scelte strategiche in materia di valorizzazione e promozione culturale”. Lo ha detto il presidente della Regione Campania Stefano Caldoro in relazione alla ‘proposta di mutare l’attuale governance’ qualora venisse confermata l’idea di un cambio al vertice nella Fondazione, il cui presidente uscente è Renato Brunetta, a seguito dell’insediamento del nuovo Cdi della Fondazione avvenuto il 24 gennaio. In una lettera inviata proprio al sindaco del Comune di Ravello e al presidente della Provincia di Salerno, Caldoro spiega le sue motivazioni: “La proposta di mutare l’attuale governance, oltre a risultare incoerente con i precedenti impegni – scrive Caldoro – suscettibile di pregiudicare il compimento della predetta strategia, nonché di dubbia legittimità ed opportunità se riferita ad un esponente degli organi di governo dei soci fondatori, appare, peraltro, funzionale ad una diversa impostazione progettuale, non condivisa da questa Regione e perseguibile senza un impegno diretto della stessa e delle sue risorse patrimoniali, ma piuttosto con l’eventuale partecipazione attiva degli altri enti locali della Costiera amalfitana e della Provincia di Salerno. Peraltro evidente che, in tale diversa ipotesi di sviluppo dell’attività della Fondazione, quest’ultima potrebbe comunque utilmente ricorrere alle funzioni di programmazione dei fondi di sviluppo della Regione, partecipando ai bandi destinati agli enti locali e ai soggetti che svolgono promozione culturale sul territorio e concorrendo alla ripartizione delle risorse finanziarie disponibili, in coerenza con i progetti presentati“.