Una sede napoletana per la Normale di Pisa, investimento da 90 milioni: nasce la Scuola superiore meridionale

86

La Scuola Normale superiore di Pisa istituirà una nuova sede a Napoli. Lo prevede un emendamento dei relatori Silvana Comaroli (Lega) e Raphael Raduzzi (M5s) alla manovra, presentati oggi in commissione Bilancio alla Camera. Il distaccamento della Normale si chiamerà Scuola superiore meridionale e avvierà un triennio sperimentale dall’anno accademico 2019-2020 al 2021-2022. I locali verranno messi a disposizione dall’Università Federico II di Napoli. La proposta di modifica autorizza per il progetto la spesa di 8,2 milioni di euro nel 2019, circa 21 milioni nel 2020, 18 milioni nel 2021, 17, 8 milioni nel 2022, 14 milioni nel 2023, 9 milioni nel 2024 e 3 milioni nel 2025. Il termine per i sub-emendamenti è stato fissato questa sera alle 18,30.