Segre: “Mi opporrò a leggi speciali”

9

Roma, 5 giu. (AdnKronos) – La senatrice Liliana Segre ha dichiarato il voto di astensione sulla fiducia al governo Conte. “La mia scelta è quella di optare per il voto di astensione sul governo. Valuterò volta per volta le scelte del governo senza alcun pregiudizio” ha detto la senatrice al suo primo intervento in aula a palazzo Madama. “Svolgerò la mia attività di senatrice rispondendo solo alla mia coscienza. Guidata solo dalla fedeltà ai principi della Costituzione”.

Segre, sopravvissuta di Auschwitz, ha ricordato la sua esperienza di vita e quella terribile dei campi, una memoria che viene tenuta in vita non solo con le commemorazioni ma spingendo gli “italiani di oggi a respingere l’indifferenza verso ingiustizie e sofferenza che ci circondano”.

LEGGI SPECIALI – “In quei campi sterminio, oltre gli ebrei, altre minoranze vennero annientate. Come i Sinti. All’inizio li invidiavamo perché le loro famiglie era unite nelle stesse baracche. Poi una notte li portarono via tutti, nelle camere a gas. Il giorno dopo c’era solo silenzio in quelle baracche. Per questo mi rifiuto di pensare che oggi la nostra società democratica possa essere sporcata da leggi speciali nei confronti delle popolazioni nomadi. Se dovesse accadere, mi opporrò con tutte le forze che mi restano”.