Seguire le correnti dallo spazio agli abissi marini

59

A cura di Cristian Fuschetto

Esperto in oceanografia fisica della Stazione Zoologica Anton Dohrn, Daniele Iudicone (a sinistra) si è specializzato nello studio della circolazione oceanica e della dinamica del plancton. L’obiettivo principale della sua ricerca è comprendere l’interazione tra l’ambiente fisico e le dinamiche di fitoplancton per capire l’impatto delle turbolenze e della variabilità della luce sulle popolazioni dei microrganismi marini. Collabora con la Nasa e l’Agenzia Spaziale Europea e, sul piano accademico, con il Cnr francese, l’Università di Princeton e l’Embl. È referee, tra gli altri, per Geophysical Research Letters.