Sei milioni di euro per le grandi città turistiche

22

Firenze, 23 mar. (Adnkronos/Labitalia) – Sei milioni di euro previsti per le grandi destinazioni turistiche. Questo l’annuncio del direttore della Direzione generale turismo del MiBACT, Francesco Palumbo, pronunciato nel corso del ‘Town Meeting di FactorYmpresa Turismo’, organizzato a Firenze in collaborazione con Invitalia. “I fondi – spiega Palumbo – saranno dedicati alla raccolta dati, alla mobilità sostenibile, alla gestione dei flussi turistici e alla normativa sulle locazioni”.

Cinque le città coinvolte nel primo incontro promosso dal MiBACT: Milano, Roma, Venezia, Napoli e Firenze, con l’obiettivo di arrivare ad una gestione innovativa e sostenibile dei grandi flussi turistici nelle ‘top destinations’ d’Italia. Questa la nuova sfida lanciata durante il convegno fiorentino, un grande evento di brainstorming tra esperti del settore turistico, organizzato nell’ambito di FactorYmpresa Turismo, il programma che sostiene e premia le idee di business innovative nella filiera turistica, promosso dal Ministero dei Beni culturali e del Turismo.

Gli oltre 100 stakeholder ed esperti del settore si sono confrontati su tre temi principali: rendere le città più smart, rendere più efficiente la mobilità cittadina e gestire al meglio il flusso turistico che interesserà le città italiane nei prossimi anni. “Siamo una delle prime destinazioni europee -fa notare- in cui il turista ispira ad andare, ma abbiamo il problema di concentrare troppo la visita nelle città d’arte, nelle località balneari e in pochi altri punti strategici. Dobbiamo suggerire al turista nuove modalità di esperienze sul territorio, rappresentative di un paese vissuto e altrettanto bello da visitare”.

Stakeholder ed esperti del settore turistico a confronto a Firenze, quindi, durante il Town Meeting di FactorYmpresa Turismo, per affrontare le sfide che il cambiamento delle modalità turistiche imporrà alle città italiane nei prossimi anni. “Ospitare un evento del genere è molto importante per Firenze. Il processo di democratizzazione del turismo ci porta verso nuove sfide, di conseguenza verso la necessità di trovare nuove soluzioni”, afferma Anna Paola Concia, assessore alla Cultura, cooperazione e relazioni internazionali del Comune di Firenze.

“Tutti insieme dobbiamo governare le nuove sfide che ci aspettano. Firenze vuole essere uno dei capofila nella costruzione dei nuovi progetti dedicati al turismo, per coniugare sostenibilità, qualità della vita, innovazione e sviluppo”.

Durante l’evento, oltre alla città di Firenze, si sono confrontati gli esponenti di altre quattro città d’arte italiane: Venezia, Milano, Napoli e Roma. Una rete di collaborazioni per creare uno scambio culturale e di competenze, per far nascere un network in grado di portare le unicità e le eccellenze delle cinque città faro del turismo italiano al servizio di tutte le altre realtà nazionali.

“Venezia -afferma Paola Mar, assessore al Turismo del Comune di Venezia- con la sua particolarità strutturale, rivendica il ruolo di progetto pilota nella gestione dei flussi e nell’individuazione di una soluzione innovativa per quanto riguarda le locazioni turistiche e nella campagna di sensibilizzazione #enjoyrespectvenezia già ripresa da altre città”.

“Abbiamo sposato -dichiara Adriano Meloni, assessore allo Sviluppo economico del Comune di Roma- questa iniziativa per il bene di Roma e per tutto il paese. Confrontandoci abbiamo cercato di scambiarci idee e competenze sui problemi comuni alle nostre città, così come nei confronti delle diverse difficoltà che ognuna delle nostre amministrazioni si trova a fronteggiare. Lavorando insieme possiamo imparare a governare meglio il fenomeno del turismo, una risorsa importante per il nostro paese.” .

Anche Carmine Maturo, responsabile UOA turismo sostenibile comune Napoli, è molto soddisfatto dell’incontro fiorentino: “un confronto positivo, adesso possiamo rendere più vivibili le nostre città. Napoli è una grande meta turistica da minor tempo delle altre città presenti, ma con numeri in aumento. Sostenibilità e gestione dei flussi turistici sono le nostre priorità, rendendo più visibili le tante bellezze di provincia, spesso chiamate erroneamente beni minori, che invece sono nuovi attrattori turistici importanti per portare ricchezza e benessere su tutto il territorio”.

Isabella Menichini, direttore Area turismo del Comune di Milano, pone l’attenzione sulla necessità di fare sistema con le altre città. “Il tema -chiarisce- è quello di imparare anche dalle esperienze delle altre grandi destinazioni. Siamo una città da sempre votata al business, dobbiamo riuscire a sviluppare un turismo che possa conoscere sempre di più le tante attrazioni storico-artistiche presenti nel nostro territorio”.

Dal convegno di Firenze saranno poi selezionate le migliori proposte, per focalizzare meglio i temi attorno ai quali costruire il prossimo Accelerathon, la gara tra idee imprenditoriali organizzata da Factorympresa Turismo, che si terrà a Firenze il 17 e il 18 maggio 2018 e che sarà centrato sul tema ‘Top italian destinations’.