Semplificazione, spunta norma taglia-teste

18

Roma, 6 dic. (AdnKronos) – Spunta la norma taglia-teste tra gli articoli della bozza del decreto legge semplificazioni che dovrebbe essere approvato oggi in Cdm. L’articolo ‘incriminato’ – apprende l’Adnkronos – prevede la decadenza ad personam di un incarico non soggetto allo spoil sistem, prima della sua scadenza naturale: quello dell’attuale presidente dell’Agenzia per le politiche attive del lavoro Maurizio Del Conte, giuslavorista voluto a Roma da Matteo Renzi e del direttore generale Salvatore Pirrone.A saltare sono solo i vertici, l’agenzia resta: seppur introdotta dal Jobs Act inviso a M5S, il know how dell’Anpal potrebbe risultare preziosa per il reddito di cittadinanza, essendo stata l’artefice dell’introduzione in Italia della prima misura di politica attiva anti-disoccupazione, l’assegno di ricollocazione, embrione – secondo gli addetti ai lavori – della misura bandiera dei pentastellati.La norma che modifica l’assetto organizzativo dell’Anpal, secondo l’ultima bozza, prevede che entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore del decreto siano “nominati il nuovo presidente Anpal e il nuovo direttore generale, con contestuale decadenza del presidente e direttore generale in carica”. La longa manus del governo si allunga anche su Anpal Servizi, società di Anpal della quale Del Conte è amministratore unico. In base alla norma infatti entro un mese dall’entrata in vigore del dl, il ministro del Lavoro Luigi Di Maio, “con proprio decreto, nomina il direttore generale di Anpal Servizi”, contestualmente decade l’attuale numero uno.