Serbia, a Giovanni Antonioli il premio “11 gennaio”: prima volta per uno straniero

176

L’italiano Giovanni Antonioli, direttore e socio della società “Olimpias Knitting” parte del gruppo Olimpias Spa (Benetton Group) e membro del Consiglio Generale di Confindustria Serbia, è il primo cittadino straniero a ricevere il premio “11 gennaio” – il più alto riconoscimento conferito dalla municipalità di Nis a coloro che si sono maggiormente distinti nel sostegno e la promozione della città nel sud della Serbia. “Sono onorato di ricevere questo prestigioso riconoscimento, che conferma il rapporto che io e l’azienda abbiamo instaurato in questi 12 anni di attività qui a Niš”, ha detto Antonioli. “Quando sono venuto in visita per la prima volta in Serbia ho percepito subito che sarebbe stato il Paese migliore dove far partire una nuova attività e la conferma l’ho trovata quando siamo venuti a Niš e mi hanno fatto visitare la allora Niteks”, ha aggiunto l’imprenditore italiano, che ha ricevuto il riconoscimento in una cerimonia ieri al Teatro Nazionale di Nis. “Ho sempre trovato disponibilità e supporto da parte di tutti gli enti, Comune, ufficio del lavoro, polizia, e anche per questa collaborazione siamo cresciuti velocemente e abbiamo fatto della Olimpias/Benetton una azienda leader nel mondo”. Antonioli ha quindi ringraziato tutti i collaboratori serbi e italiani, a cominciare dal sindaco di Nis Dragana Sotirovski e dal presidente dell’Assemblea comunale Boban Džun. La donazione ricevuta – ha sottolineato – sarà devoluta alla Nurdor, una organizzazione che si occupa dei bambini malati di cancro. L’azienda “Olimpias Knitting”, parte del gruppo Olimpias Spa (Benetton Group) che con successo lavora a Nis dal 2011, impiega 1.300 persone. Durante la pandemia, oltre ad aver donato più di 115.000 mascherine a varie istituzioni ed enti pubblici a Niš e Belgrado, ha anche dato lavoro ad altre 890 persone di Niš. In tutti questi anni, l’azienda ha fatto numerose donazioni ai gruppi più vulnerabili, a bambini con disabilità e ha realizzato diversi progetti sempre a sostegno di comunità di Niš. Insieme a Confindustria Serbia ha preso parte a numerose iniziative con l’obiettivo di facilitare e rafforzare la collaborazione e i rapporti tra le aziende italiane e le comunità locali.