Serbia, l’italiana Ondaplast apre una fabbrica a Subotica

503

L’azienda italiana Ondaplast ha acquistato una struttura dell’ex centro di distribuzione Metro Cash and Carry a Subotica – nella Serbia del nord – che si estende su 10.000 metri quadrati e dove intende avviare la produzione di prodotti in plastica. La società – spiega l’ufficio Ice Agenzia di Belgrado – dovrebbe diventare operativa a partire da agosto, usufruirà del regime di zona franca e dovrebbe assumere un centinaio di lavoratori. La società produrrà i prodotti in plastica di diverse dimensioni e forme: prodotti finiti destinati alla vendita e manufatti di varie forme e scopi, come cassette per frutta e verdura, casse per bottiglie, scatole per il confezionamento di prodotti diversi, pannelli posteriori per frigoriferi e altri oggetti di vari scopi. L’investimento di Ondaplast in Serbia, segue a ruota quello della milanese Caminada che sta costruendo uno stabilimento nella zona franca di Mali Bajmok, con l’intenzione di investire 5 milioni di euro e impiegare 120 persone nei prossimi cinque anni.