Servillo, monaco contro le banche

19

(ANSA) – ROMA, 11 APR – Tra film denuncia alla Elio Petri e estetica alla Paolo Sorrentino, arriva nelle sale il 21 aprile distribuito da 01 ‘Le confessioni’, film contro le banche e il potere finanziario in odor di Cannes (“non abbiamo ancora saputo nulla”, dice il regista palermitano in conferenza stampa).
    Protagonista assoluto Toni Servillo nei panni del monaco Roberto Salus, una sorta di scatola nera etica che piomba in un albergo di lusso in Germania dove sta per riunirsi un G8 dei ministri dell’economia pronto ad adottare una manovra segreta che si annuncia “apocalittica” per gran parte del mondo povero.
    Tra gli uomini di governo, ci sono anche il cinico direttore del Fondo Monetario Internazionale, Daniel Roché (Daniel Auteuil), il ministro italiano (Pierfrancesco Favino), canadese (Marie-Josee Croize), tedesco (Richard Sammel), giapponese (Togo Igawa), russo (Aleksei Guskov), americano (John Keogh) e britannico (Andy de La Tour). Accade però un fatto tragico e la riunione deve essere sospesa.
   

(ANSA) – ROMA, 11 APR – Tra film denuncia alla Elio Petri e estetica alla Paolo Sorrentino, arriva nelle sale il 21 aprile distribuito da 01 ‘Le confessioni’, film contro le banche e il potere finanziario in odor di Cannes (“non abbiamo ancora saputo nulla”, dice il regista palermitano in conferenza stampa).
    Protagonista assoluto Toni Servillo nei panni del monaco Roberto Salus, una sorta di scatola nera etica che piomba in un albergo di lusso in Germania dove sta per riunirsi un G8 dei ministri dell’economia pronto ad adottare una manovra segreta che si annuncia “apocalittica” per gran parte del mondo povero.
    Tra gli uomini di governo, ci sono anche il cinico direttore del Fondo Monetario Internazionale, Daniel Roché (Daniel Auteuil), il ministro italiano (Pierfrancesco Favino), canadese (Marie-Josee Croize), tedesco (Richard Sammel), giapponese (Togo Igawa), russo (Aleksei Guskov), americano (John Keogh) e britannico (Andy de La Tour). Accade però un fatto tragico e la riunione deve essere sospesa.