Servizio 118, Ficco (Saues): Speranza premi anche i medici di emergenza territoriale

82
in foto Paolo Ficco, presidente del Saues

“Speranza non dimentichi i medici di emergenza territoriale, non dimentichi gli eroi del 118”. Lo afferma il presidente nazionale del Saues, sindacato autonomo urgenza emergenza sanitaria, Paolo Ficco, rinviando all’indennità riconosciuta dal ministro della Salute, Roberto Speranza, ai medici dei Pronto Soccorso.

“Finalmente – spiega Ficco – arriva un primo segnale, un riconoscimento concreto del lavoro eroico del personale sanitario impegnato in prima linea, nei Pronto Soccorso. Era ora”. “Adesso – è l’auspicio del presidente del Saues – si guardi con analoga sensibilità ai medici di emergenza territoriale, al Personale del 118, convenzionato e dipendente, che, al al pari dei loro colleghi dei Pronto Soccorso, lavorano non senza sacrifici in trincea per salvare vite umane, per contrastare la pandemia, per decongestionare e alleggerire il lavoro di un servizio di emergenza e urgenza oramai perennemente sull’orlo del collasso, e riconosca finalmente la dipendenza ai medici convenzionati di emergenza territoriale, diritto quanto mai meritato”.