Settimana dell’Innovazione, Italia e Cina più vicine: si chiude a Napoli il 6 dicembre

57

Quattro città in tre giorni per avvicinare il sistema italiano della ricerca e dell’innovazione a uno dei mercati più in crescita e a più alto tasso di tecnologico del mondo. Giunta alla nona edizione, la “Settimana Italia-Cina della Scienza, della Tecnologia e dell’Innovazione” si terrà quest’anno dal 4 al 6 dicembre a Milano, Roma, Cagliari e Napoli. Un tour all’insegna di una capillare azione di networking e matchmaking che condurrà strartup, imprese, centri di ricerca e università ad avviare business e progetti di collaborazione scientifica. La Settimana Italia-Cina della dell’Innovazione rappresenta la principale piattaforma italiana di cooperazione in ambito scientifico e tecnologico con la Cina, ed è la più importante e partecipata manifestazione europea di settore con il paese asiatico. Dal 2010 la Settimana Italia-Cina ha coinvolto 8000 esperti in occasioni di visite reciproche, ha attivato 4.900 azioni di trasferimento tecnologico e favorito oltre 600 accordi di cooperazione.

La Settimana verrà inaugurata in occasione del China Italy Innovation Forum (Ciif – IX edizione) in programma martedì 4 dicembre a Milano presso il Museo della Scienza e della Tecnologia “Leonardo Da Vinci” alla presenza dei rispettivi ministri della Ricerca Marco Bussetti e Wang ZhiGang. Seguiranno due focus territoriali tematici a Roma presso l’Accademia Nazionale di San Luca il 5 dicembre, e Cagliari presso l’ex Manifattura Tabacchi il 6 dicembre. A chiudere gli appuntamenti della Settimana Italia-Cina sarà il Sino-Italian Exchange Event, giunto alla XII edizione, in programma alla Città della Scienza di Napoli giovedì 6 dicembre.

Seminari, workshop, tavole rotonde e incontri one-to-one offriranno a tutti i partecipanti gli strumenti adatti a promuovere prodotti, servizi e capacità innovative; valorizzare le “eccellenze” in ambito scientifico e tecnologico dei due Paesi e sostenere la cooperazione tra i rispettivi attori dell’innovazione.

Incontri one-to-one: iscrizioni aperte fino all’11 novembre
Gli incontri one-to-one permetteranno ai partecipanti di proporsi sul mercato cinese o verificare le opportunità di scambio segnalate dalle imprese, centri di ricerca ed enti cinesi.

I tavoli one-to-one sono previsti solo nella giornata inaugurale del 4 dicembre a Milano e sono aperti a imprese, startup, centri di ricerca e innovatori con una sede in Italia e che hanno interesse a confrontarsi con potenziali clienti o partner della Repubblica Popolare Cinese. L’iscrizione è gratuita e sarà aperta fino all’11 novembre 2018. Qui il link alla call: http://www.cittadellascienza.it/cina/week2018/

MILANO FA DA APRIPISTA
Momento centrale di un programma di lavoro che vede impegnato tutto l’anno i due Paesi, la Settimana Italia-Cina della Scienza, della Tecnologia e dell’Innovazione comprende il China Italy Innovation Forum (Ciif – IX edizione) e il Sino-Italian Exchange Event (SIEE – XII edizione), cui quest’anno si aggiungono i due eventi territoriali in Lazio e Sardegna.

Ad aprire la Settimana sarà il 4 dicembre al Museo della Scienza di Milano il China Italy Innovation Forum alla presenza dei ministri della Ricerca Marco Bussetti e Wang ZhiGang.

L’appuntamento milanese vedrà la presenza di centinaia di delegati cinesi tra rappresentanti istituzionali, imprenditori, ricercatori e startupper. A Milano si terranno gli incontri one-to-one e sei seminari tematici su: manifattura intelligente, materiali avanzati, crescita verde e rivoluzione energetica, urbanizzazione sostenibile per città resilienti, scienze della vita e salute, agrifood; oltre ad una sessione specifica di lavoro sull’aerospazio promossa con l’Agenzia Spaziale Italiana e la sua omologa, la China National Space Administration.

A corredo dei lavori di matching e dei seminari tematici, nella giornata inaugurale a Milano sono previste due iniziative dedicate alle startup e alla presentazione dei principali risultati della cooperazione scientifica tra Italia e Cina.

La startup competition
A Milano si terrà anche la terza edizione dell’Italy-China Best Startup Showcase – Entrepreneurship Competition, l’evento più atteso rivolto alle start-up e PMI innovative. L’evento vedrà il coinvolgimento di 30 realtà innovative italiane e 10 cinesi, che avranno l’opportunità di presentarsi ad un parterre qualificato di investitori (Fondi di Investimento, Venture Capital, Business Angel, Banche), incubatori ed esperti, provenienti dai due Paesi. L’iniziativa rappresenta la prima tappa di un percorso di selezione progressiva, che prevede benefit ed incentivi economici crescenti, che proseguirà in Cina nel 2019 con accompagnamento e visite, fino alla premiazione finale che verrà realizzata il prossimo autunno a Pechino, nel contesto dell’edizione 2019 della Settimana Cina-Italia.

La scadenza per la registrazione delle startup al programma dello Showcase è il 11 novembre 2018 (qui il link).

La Vetrina della Cooperazione
Nel corso della giornata principale, tutti i partecipanti avranno inoltre l’opportunità di visitare la “Vetrina della Cooperazione”, un’area espositiva che presenta le attività e i protagonisti del programma, con tutti i risultati (prototipi, tecnologie, ricerche) nati grazie ai progetti congiunti avviati negli ultimi anni nei contesti innovativi di ricerca e impresa tra Italia e Cina. Saranno trena i progetti esposti sviluppati negli ultimi anni in settori come aerospazio, fisica, medicina, materiali avanzati, sostenibilità ambientale, tecnologie agroalimentare e urbanizzazione sostenibile.

La maggior parte dei progetti che saranno rappresentanti in quest’area rientrano nei Progetti Scientifici di Grande Rilevanza finanziati dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e dal Ministero per la Scienza e la Tecnologia della RPC nel periodo 2016-2018.

LE TAPPE DI ROMA, CAGLIARI E NAPOLI
Un vero e proprio tour: dopo la giornata milanese, sarà la volta di Roma e Cagliari, dove il 5 e 6 dicembre la delegazione cinese incontrerà i rispettivi ecosistemi regionali della ricerca e dell’innovazione. A chiudere la Settimana Italia-Cina dell’Innovazione sarà sempre il 6 dicembre a Napoli il Sino-Italian Exchange Event (Siee) che coinvolgerà, in particolare, gli i principali attori della Beijing Association for Science and Technology e della Municipalità di Pechino.

Nato nel 2007 su iniziativa di Città della Scienza e su mandato della Regione Campania, il Sino-Italian Exchange Event è infatti un programma pluriennale di cooperazione scientifica con il Bast – Beijing Association for Science and Technology e la Municipalità di Pechino. Nel corso degli undici anni di gestione del programma, l’iniziativa ha consentito di creare contatti tra oltre 3,500 professionisti italiani e cinesi, con molteplici accordi sottoscritti e di estendere la cooperazione a diverse regioni e province della Cina.

I PROMOTORI
La Settimana Italia-Cina della Scienza, della Tecnologia e dell’Innovazione è promossa in Italia dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca–MIUR in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale-MAECI ed è coordinata dalla Città della Scienza di Napoli, sulla base dell’Accordo Quadro sottoscritto nel 2013 tra il MIUR, il MAE, il Ministero dello Sviluppo Economico, l’ICE-Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, l’AgID-Agenzia per l’Italia Digitale e Città della Scienza stessa. L’iniziativa vede la forte collaborazione del Consiglio Nazionale delle Ricerche–CNR, Confindustria, i Cluster Tecnologici Nazionali, le principali Università e Centri di Ricerca Italiani.

Da parte cinese, il programma è promosso dal Ministero della Scienza e della Tecnologia–MOST e organizzato dal Beijing Municipal S&T Commission–BMSTC, ente emanazione del MOST, oltre che dal Beijing Association for Science and Technology–BAST, a sua volta membro della Chinese Association for Science and Technology – CAST e da altri importanti enti cinesi.

L’edizione 2018 viene inoltre promossa dalla Regione Campania per il Sino-Italian Exchange Event, e per i Focus Territoriali tematici dalla Regione Lazio e dalla Regione Sardegna.