Settore ittico, Napoli prima per numero di imprese: 2.170 (+4% in un anno)

72

Pesce conservato: l’Italia in tre mesi importa per quasi un miliardo di euro. Quasi dieci volte di piu’ di quanto esporta. Ma sia l’import che l’export sono in aumento: rispettivamente del +13,3% e del +9,5%. E nel settore ittico, che tra produzione e commercio conta oltre 29 mila imprese (+1,9%), svetta al primo prima Napoli con 2.170 attivita’ (+4% in un anno) seguita da Rovigo con 2.119 (+1,5%). Vengono poi Ferrara, Roma e Venezia. “La pescheria di fiducia e’ un valore aggiunto per il consumatore – sottolinea Angelo Valentini, consigliere Assofood (Confcommercio Milano) referente per l’ittico – per la garanzia su qualita’ e freschezza ed i consigli sui modi migliori per consumare i prodotti ittici. Continua ad essere interessante la domanda per il pesce da mangiarsi crudo. Preoccupa, in generale, il calo dei volumi di pescato nazionale, ma anche i quantitativi di pescato di qualita’ dall’estero (branzini, orate, dentici, scorfani) sono in diminuzione. E cio’ finisce inevitabilmente per avere ripercussione sui prezzi“.